Premessa

La legge 9 gennaio 2004, n. 4 “Disposizioni per favorire l’;accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici” richiede di stabilire, con decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie (Art. 11):

a) le linee guida recanti i requisiti tecnici e i diversi livelli per l’accessibilità;

b) le metodologie tecniche per la verifica dell’accessibilità dei siti INTERNET, nonché i programmi di valutazione assistita utilizzabili a tale fine.

La definizione dei requisiti tecnici di cui al punto a) costituisce un punto di riferimento per le pubbliche amministrazioni:

1. nelle procedure per l’acquisto di beni e per la fornitura di servizi informatici, in quanto tali requisiti vengono considerati motivo di preferenza a parità di ogni altra condizione nella valutazione dell’offerta tecnica;

2. nella stipula di contratti per la realizzazione e la modifica di siti Internet, in quanto detti requisiti devono essere rispettati a pena di nullità del contratto;

3. nella stipula di eventuale rinnovo, modifica o novazione degli stessi contratti in essere alla data di entrata in vigore del decreto, anche qui a pena di nullità;

4. per la concessione, a privati, di contributi pubblici per l’acquisto di beni e servizi informatici destinati all’utilizzo da parte di lavoratori disabili o del pubblico, anche per la predisposizione di postazioni di telelavoro, in quanto tale concessione di contributi è subordinata al rispetto dei cennati requisiti.

Ne consegue che i requisiti tecnici e i livelli per l’accessibilità devono essere definiti per:

1. i beni informatici, intesi in senso lato come insieme di hardware, software di base, programmi utente, ecc.

2. i programmi per mezzo dei quali la Pubblica Amministrazione e le Aziende concessionarie erogano servizi agli utenti,

3. i siti Internet, per i quali si devono anche stabilite le metodologie tecniche per la verifica dell’accessibilità, nonché i programmi di valutazione assistita utilizzabili a tale fine.

In merito ai siti Internet, nell’ambito della Segreteria tecnico-scientifica della “Commissione interministeriale permanente per l’impiego delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione a favore delle categorie deboli o svantaggiate”, sono stati costituiti due specifici gruppi di lavoro denominati rispettivamente “Metodologia” e “Regole tecniche”, dei quali fanno parte esperti in materia appartenenti a Pubblica Amministrazione Centrale e Locale, Associazioni di categoria di disabili, CNR, Università, Associazioni di produttori di hardware e software e di sviluppatori.

I due gruppi di lavoro hanno elaborato il presente “Studio sulle linee guida recanti i requisiti tecnici e i diversi livelli per l’accessibilità e le metodologie tecniche per la verifica dell’accessibilità” che è finalizzato alla progettazione, realizzazione e valutazione dei siti Web pubblici e che intende fornire un contributo tecnico per la stesura del decreto ministeriale.

Per la definizione delle linee guida e dei requisiti tecnici relative ai beni informatici e agli servizi informatici è già all’opera un apposito gruppo di lavoro.

Hanno collaborato al presente studio:

Pierluigi Arnao, ASPHI
Sebastiano Bagnara, Politecnico Milano
Andrea Bernardini, Fondazione Ugo Bordoni
Fabrizio Bianchi, FEDERCOMIN
Brunello Bonanni, ASSINFORM / IBM
Laura Burzagli, IFAC – CNR
Anna Callori, FEDERCOMIN / FINSIEL
Bianca Maria Cammino, ABI
Anna Maria Comito, PCM – Dipartimento Politiche Comunitarie
Daniela D’Aloisi, Fondazione Ugo Bordoni
Antonio De Vanna, CNIPA – Coordinatore Segreteria Tecnico Scientifica
Mario Di Domenicantonio, PCM- Dipartimento Innovazione e Tecnologie
Lidia Di Minco, Ministero Sanità
Pier Luigi Emiliani, IFAC – CNR
Claudio Forghieri, Comune di Modena
Giovanni Grazia, Regione Emilia Romagna
Paolo Graziani, IFAC – CNR
Barbara Leporini, Unione Italiana Ciechi
Danilo Lombardi, ASSINFORM / SUN
Luisa Marucci, ISTI – CNR
Alberto Masini, ASSINFORM / Microsoft
Raffaela Morichini, ASSINFORM / IBM
Domenico Natale, UNINFO – SOGEI
Giuseppe Neri, ASSINFORM
Roberto Santolamazza, Certicommerce
Roberto Scano, WCAG Working Group e ATAG Working Group
Oreste Signore, ISTI – CNR, Ufficio Italiano W3C
Cinzia Stortone, SOGEI
Cristina Tamburini, Ministero Sanità

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.