1.2) Metodologie per la verifica tecnica

Allo scopo di accertare la conformità della pagina Web o della applicazione Web-based a tutti i requisiti indicati nella tabella A, si suggerisce una metodologia di valutazione che fa ricorso a strumenti automatici, a strumenti semiautomatici e alle conoscenze dell’esperto tecnico. Essa è mutuata da quella proposta dal W3C in http://www.w3.org/WAI/EO/Drafts/impl/eval/ e consiste dei seguenti passi:

  • Verifica con sistemi di validazione automatica della rispondenza del linguaggio utilizzato alla sua definizione formale. Strumenti per effettuare questa verifica sono, ad esempio:
    1. Servizio di validazione delle grammatiche formali fornito dal W3C, all’URL http://validator.w3.org/
    2. HTML Tidy (http://tidy.sourceforge.net/)
    3. Servizio di validazione CSS del W3C, all’URL http://jigsaw.w3.org/css-validator/
  • Utilizzo di strumenti semiautomatici di valutazione della accessibilità onde evidenziare problemi non riscontrabili dalle verifiche automatiche. Una lista degli strumenti più diffusi è reperibile nella pagina Evaluation, Repair, and Transformation Tools for Web Content Accessibility del sito del W3C (http://www.w3.org/WAI/ER/existingtools.html#Evaluation)
  • Verifica dell’esperto sull’uso degli elementi e degli attributi secondo le specifiche del linguaggio. Ad esempio in HTML: gli elementi Header sono stati utilizzati per strutturare il contenuto e non per ottenere effetti grafici. Ad esempio nei CSS: sono state utilizzate unità di misura tali da consentire all’utente di disporre dei contenuti secondo le proprie preferenze di presentazione;
  • Esame della pagina con diversi browser grafici, in differenti versioni e in diversi sistemi operativi per verificare che:
    1. contenuto e funzionalità presenti in una pagina siano gli stessi nei vari browser;
    2. la presentazione della pagina sia simile in tutti i browser che supportano le tecnologie indicate al requisito 1;
    3. disattivando il caricamento delle immagini, contenuto e funzionalità siano ancora fruibili;
    4. disattivando il suono, i contenuti di eventuali file audio siano fruibili in altra forma;
    5. utilizzando i controlli disponibili nei browser per definire la grandezza dei font, i contenuti della pagina siano ancora fruibili
    6. la pagina sia navigabile in modo comprensibile con il solo uso della tastiera;
    7. i contenuti e le funzionalità contenuti nella pagina siano ancora fruibili quando si disabilitano fogli di stile, scripts e applets ed oggetti
  • Assicurarsi che le differenze di luminosità e di colore tra il testo e lo sfondo siano sufficienti, secondo i seguenti algoritmi suggeriti dal W3C:
    • Differenza di luminosità.

    Calcolare la luminosità dei colori di testo e di sfondo con la seguente formula:

    ((Rosso X 299) + (Verde X 587) + (Blu X 114)) / 1000

    in cui Rosso, Verde e Blu sono i valori decimali dei colori. È consigliato un valore della differenza tra le due luminosità maggiore di 125.

    • Differenza di colore

    [Max (Rosso1, Rosso2) – Min (Rosso1, Rosso2)] + [Max (Verde1, Verde2)- Min (Verde1, Verde2)] + [Max(Blu 1, Blu2) – Min (Blu1, Blu2)]

    in cui Rosso, Verde e Blu sono i valori decimali dei colori e Max e Min il valore massimo e minimo tra i due indicati. È consigliato un valore della differenza di colore maggiore di 500.

  • Esaminare la pagina con un browser testuale e verificare che:
    1. contenuti e funzionalità siano disponibili (anche in modo equivalente)così come nei browser grafici;
    2. i contenuti della pagina mantengano il loro significato d’insieme e la loro struttura semantica

La valutazione si conclude con la predisposizione di un rapporto nel quale l’esperto tecnico indica la conformità ai singoli requisiti della pagina esaminata.

L’esperto tecnico è un professionista delle tecnologie Web che ha una adeguata esperienza e una adeguata conoscenza sulle problematiche e sulle tecniche per l’accessibilità equivalenti a quelle fornite dal W3CWAI nel suo programma Education & Outreach.

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Condividi:

Informazioni sull'autore

Roberto Scano
Roberto Scano
  • Seguilo su

Roberto Scano si occupa di accessibilità dall'inizio del millennio. Ha collaborato allo sviluppo delle WCAG 2.0, delle ATAG 2.0 nonché della normativa italiana in materia di accessibilità. Autore di tre libri in materia, è consulente e formatore nell'ambito della tematica della qualità dei servizi delle P.A. e delle aziende.

Commenti

Nessun commento

    Rispondi

    Link e informazioni