Capitolo 3

Vivere e lavorare in una società basata sulle tecnologie dell’informazione è sempre più importante per i cittadini europei. Per i disabili e gli anziani molte delle applicazioni e dei servizi offerti dalle tecnologie dell’informazione e della comunicazione offrono straordinarie opportunità per migliorare la loro indipendenza e la loro attiva partecipazione nella vita sociale. Tuttavia non tutti i prodotti ed i servizi di utilità generale sono attualmente accessibili ai disabili. È perciò imperativo assicurare che i loro bisogni siano tenuti presenti secondo i principi dettati dalla cosiddetta “e-accessibilità”.
Con questa espressione (eAccessibility) l’Unione Europea identifica l’accesso ai servizi da parte delle persone disabili utilizzando le tecnologie della comunicazione e dell’informazione. Per l’Ue, dunque, la e-accessibilità indica le modalità per meglio integrare le persone disabili nella società e nell’economia basate sulla conoscenza.
Il capitolo ripercorre le principali tappe dell’attività di indirizzo politico della Commissione Europea che si articola su due temi chiave: promuovere l’accessibilità delle nuove tecnologie dell’informazione, facilitare la diffusione delle nuove tecnologie grazie anche ad un’opera di sensibilizzazione, informazione ed educazione dell’opinione pubblica europea. Il capitolo riassume brevemente anche il contesto normativo degli Stati Uniti che si è sviluppato negli ultimi 13 anni a partire dai principi sanciti dall’American with Disability Act (ADA).

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

  • 3 – Tecnologia e disabilità negli Stati Uniti3 – Tecnologia e disabilità negli Stati Uniti Negli Stati Uniti il problema dello sviluppo e della diffusione delle tecnologie a favore dei disabili è stato affrontato e regolamentato con largo anticipo rispetto […]
  • 1 – Internet e usabilità1 – Internet e usabilità I siti web vengono di solito realizzati da giovani designer, che spesso danno per scontato che tutti gli utenti abbiano una visione perfetta, un pieno controllo dei […]
  • 4 – Audizione ASPHI4 – Audizione ASPHI L'ASPHI(49) ? un'associazione senza fini di lucro, fra oltre sessanta enti e aziende, che opera da vent'anni per l'integrazione sociale dei disabili attraverso […]
  • 3 – Iniziative UE di sviluppo delle tecnologie dell’informazione3 – Iniziative UE di sviluppo delle tecnologie dell’informazione L'UE non si ? limitata ad un'opera di indirizzo politico. La Commissione Europea ha promosso e cofinanziato diverse iniziative a favore delle categorie deboli (anziani […]
  • IntroduzioneIntroduzione Viviamo in una società basata sull'informazione e la conoscenza. In quest'età, successiva a quella industriale, l'informazione è sempre più un bisogno primario e la […]
Condividi:

Informazioni sull'autore

Roberto Scano
Roberto Scano
  • Seguilo su

Roberto Scano si occupa di accessibilità dall'inizio del millennio. Ha collaborato allo sviluppo delle WCAG 2.0, delle ATAG 2.0 nonché della normativa italiana in materia di accessibilità. Autore di tre libri in materia, è consulente e formatore nell'ambito della tematica della qualità dei servizi delle P.A. e delle aziende.

Commenti

Nessun commento

    Rispondi

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

    Link e informazioni