La nuova norma tecnica EN 301549: le novità

Il 12 agosto 2021 è stato pubblicata nel giornale europeo la Decisione di esecuzione (UE) 2021/1339 della Commissione dell’11 agosto 2021 che modifica la decisione di esecuzione (UE) 2018/2048 per quanto riguarda la norma armonizzata per i siti web e le applicazioni mobili.

Cenelec ed ETSI hanno modificato la norma armonizzata EN 301 549 v. 2.1.2 (2018-08), i cui riferimenti figurano nell’allegato della decisione di esecuzione (UE) 2018/2048 della Commissione e che sono attualmente i riferimenti per la legge Stanca. Di conseguenza è stata adottata la norma europea armonizzata modificativa EN 301 549 v. 3.2.1 (2021-03). La norma europea armonizzata EN 301 549 v. 3.2.1 (2021-03) stabilisce, tra l’altro, prescrizioni tecniche relative all’accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili e illustra il collegamento tra le pertinenti disposizioni della norma e le prescrizioni in materia di accessibilità di cui all’articolo 4 della direttiva (UE) 2016/2102.

Al fine di concedere tempo sufficiente per prepararsi all’applicazione della norma armonizzata EN 301 549 v. 3.2.1 (2021-03), è necessario rinviare l’applicazione del ritiro della norma armonizzata EN 301 549 v. 2.1.2 (2018-08). Per tale motivo la modifica del riferimento si applicherà a decorrere dal 12 febbraio 2022 anche se la nuova norma tecnica è già utilizzabile a partire dal 12 agosto 2021 in quanto compatibile con la precedente.

Nota. La norma tecnica è stata tradotta in lingua italiana e dovrebbe essere disponibile gratuitamente in formato digitale entro la data del 12 febbraio nel sito UNI. In sua assenza ha validità la versione in lingua inglese, disponibile gratuitamente nel medesimo link.

Modifiche nella versione 3.2.1

La tabella seguente elenca le modifiche tra la v2.1.2 e la v3.2.1 della EN 301 549. Entrambe le versioni si basano principalmente sulle WCAG 2.1. Poiché le WCAG 2.1 non sono cambiate in questo periodo, le modifiche nella nuova versione sono di poca sostanza. Un importante cambiamento nella v3.2.1, dovuto a una supervisione editoriale nella v2.1.2, è che le WCAG 2.1 ora si applicano ai documenti scaricati dal web (cosa che, tra l’altro, era già prevista dalla normativa italiana in materia di accessibilità).

Nota: che il numero di riga nella prima colonna si riferisce alla riga nel prospetto A.1 dell’allegato A della EN 301 549, v3.2.1.

Punti aggiunti per la conformità alla Direttiva per l’accessibilità web dalla versione 3.2.1

RigaRequisitoFondamento logico
206.5.4 Sincronizzazione tra audio e videoÈ stato aggiornato da raccomandazione a requisito nella versione 3.2.1
216.5.5 Indicatore visivo di audio con videoNuovo requisito nella versione 3.2.1
226.5.6 Identificazione del parlante con comunicazione video (lingua dei segni)Nuovo requisito nella versione 3.2.1
267.1.4 Caratteristiche dei sottotitoliNuovo requisito nella versione 3.2.1
277.1.5 Sottotitoli parlatiNuovo requisito nella versione 3.2.1
819.6 Requisiti di conformità WCAGEra presente nella versione 2.1.2 (come 9.5) ma omesso erroneamente dal Prospetto A.1
Da 82 a 126Requisiti dei documenti scaricabili (tutti basati sulle WCAG 2.0)Aggiunti di recente al prospetto A.1 nella versione 3.2.1 in quanto ora si applicano anche ai documenti scaricati dal web.

Punti rimossi per la conformità alla Direttiva per l’accessibilità web dalla versione 3.2.1

RigaRequisitoFondamento logico
45.5.1 Modalità d’usoVerrà soddisfatto automaticamente se tutti i criteri di successo delle WCAG 2.1 sono soddisfatti.
55.5.2 Discernibilità delle parti utilizzabiliVerrà soddisfatto automaticamente se tutti i criteri di successo delle WCAG 2.1 sono soddisfatti.
65.6.1 Stato tattile o uditivoVerrà soddisfatto automaticamente se tutti i criteri di successo delle WCAG 2.1 sono soddisfatti.
75.6.2 Stato visivo Verrà soddisfatto automaticamente se tutti i criteri di successo delle WCAG 2.1 sono soddisfatti.
85.7 Ripetizione tastiVerrà soddisfatto automaticamente se tutti i criteri di successo delle WCAG 2.1 sono soddisfatti.
95.8 Accettazione del doppio tastoVerrà soddisfatto automaticamente se tutti i criteri di successo delle WCAG 2.1 sono soddisfatti.
105.9 Azioni simultanee dell’utenteVerrà soddisfatto automaticamente se tutti i criteri di successo delle WCAG 2.1 sono soddisfatti.
309.1.2.4 Sottotitoli (in tempo reale)La Direttiva sull’accessibilità web “non si applica ai media basati sulla trasmissione in diretta”.

Requisiti nella norma tecnica armonizzata EN 301 549 e relativi alla Direttiva sull’accessibilità web, ma non presenti nelle WCAG 2.1

Questa tabella elenca i requisiti della norma tecnica armonizzata EN 301 549 ulteriori a quelli previsti dalle WCAG 2.1, sulla base del prospetto A.1 ( che riguarda il web) dell’allegato A nella norma tecnica armonizzata EN 301 549 v3.2.1.

Nota: il prospetto A.2 ( che riguarda le applicazioni mobili) non è soddisfatto dalle sole WCAG 2.1, anche se di fatto utilizza requisiti che richiamano le WCAG 2.1. Le WCAG 2.1, infatti, sono nate per i contenuti web presentati anche su periferiche mobili, e non per le applicazioni mobili.

RigaRequisitoCondizione
15.2 Attivazione delle caratteristiche di accessibilitàLaddove il contenuto web ha caratteristiche di accessibilità documentate
25.3 BiometricaLaddove il contenuto web utilizza le caratteristiche biologiche
35.4 Conservazione delle informazioni sull’accessibilità durante la conversioneLaddove il contenuto web converte informazioni o comunicazioni
46.1 Larghezza di banda audio per il parlatoLaddove le pagine web forniscono comunicazione vocale bidirezionale
56.2.1.1 Comunicazione di testo in tempo reale (RTT)Laddove le pagine web forniscono una modalità per la comunicazione vocale bidirezionale
66.2.1.2 Voce e testo concomitantiLaddove le pagine web forniscono una modalità per la comunicazione vocale bidirezionale e per la comunicazione da parte degli utenti tramite invio e ricezione di testo in tempo reale (RTT)
76.2.2.1 Visualizzazione visivamente distinguibileLaddove le pagine web hanno funzionalità di invio e ricezione di testo in tempo reale (RTT)
86.2.2.2 Direzione di invio e ricezione determinabile programmaticamenteLaddove le pagine web hanno funzionalità di invio e ricezione di testo in tempo reale (RTT)
96.2.2.3 Identificazione del parlanteLaddove le pagine web hanno funzionalità di invio e ricezione di testo in tempo reale (RTT) e forniscono l’identificazione del parlante tramite la voce
106.2.2.4 Indicatore visivo di audio con testo in tempo reale (RTT)Laddove le pagine web forniscono comunicazione vocale bidirezionale e hanno funzionalità di invio e ricezione di testo in tempo reale (RTT)
116.2.3 Interoperabilità elemento a) Laddove le pagine web con funzionalità di invio e ricezione di testo in tempo reale (RTT) interagiscono con altro ICT con funzionalità RTT (come richiesto dal punto 6.2.1.1)
126.2.3 Interoperabilità elemento b) Laddove le pagine web con funzionalità di invio e ricezione di testo in tempo reale (RTT) interagiscono con altro ICT con funzionalità RTT (come richiesto dal punto 6.2.1.1)
136.2.3 Interoperabilità elemento c) Laddove le pagine web con funzionalità di invio e ricezione di testo in tempo reale (RTT) interagiscono con altro ICT con funzionalità RTT (come richiesto dal punto 6.2.1.1)
146.2.3 Interoperabilità elemento d)Laddove le pagine web con funzionalità di invio e ricezione di testo in tempo reale (RTT) interagiscono con altro ICT con funzionalità RTT (come richiesto dal punto 6.2.1.1)
156.2.4 Reattività del testo in tempo reale (RTT)Laddove le pagine web utilizzano l’input di testo in tempo reale (RTT)
166.3 Identificazione del chiamanteLaddove le pagine web forniscono l’identificazione del chiamante o funzioni di telecomunicazione simili
176.4 Alternative ai servizi basate sulla voceLaddove le pagine web forniscono comunicazioni vocali in tempo reale e forniscono anche casella vocale, assistente automatico o servizi di risposta vocale interattiva
186.5.2 Risoluzione elemento a)Laddove le pagine web che forniscono comunicazione vocale bidirezionale includono funzionalità video in tempo reale
196.5.3 Frequenza dei fotogrammi elemento a)Laddove le pagine web che forniscono comunicazione vocale bidirezionale includono funzionalità video in tempo reale
206.5.4 Sincronizzazione tra audio e videoLaddove le pagine web forniscono una comunicazione vocale bidirezionale, includono funzionalità video in tempo reale
216.5.5 Indicatore visivo di audio con videoLaddove le pagine web forniscono comunicazione vocale bidirezionale e includono funzionalità video in tempo reale
226.5.6 Identificazione del parlante con comunicazione video (lingua dei segni)Laddove le pagine web forniscono l’identificazione del parlante per gli utenti vocali
237.1.1 Riproduzione dei sottotitoliLaddove il contenuto web visualizza video con audio sincronizzato
247.1.2 Sincronizzazione dei sottotitoliLaddove il contenuto web visualizza i sottotitoli
257.1.3 Conservazione dei sottotitoliLaddove le pagine web trasmettono, convertono o registrano video con audio sincronizzato
267.1.4 Caratteristiche dei sottotitoliLaddove il contenuto web visualizza i sottotitoli
277.1.5 Sottotitoli parlatiLaddove il contenuto web visualizza video con audio sincronizzato
287.2.1 Riproduzione dell’audiodescrizioneLaddove il contenuto web visualizza video con audio sincronizzato
297.2.2 Sincronizzazione dell’audiodescrizioneLaddove il contenuto web ha un meccanismo per riprodurre l’audiodescrizione
307.2.3 Conservazione dell’audiodescrizioneLaddove le pagine web trasmettono, convertono o registrano video con audio sincronizzato
317.3 Controllo utente per sottotitoli e audiodescrizioneLaddove le pagine web visualizzano principalmente materiali contenenti video con contenuti audio associati
Da 82 a 126  Essenzialmente le parti delle WCAG che possono essere applicate ai documenti scaricati. Tenere presente che le WCAG stesse non si applicano direttamente ai documenti scaricati, ma nella norma tecnica possono avere delle declinazioni affini.Laddove i documenti e i moduli sono scaricabili da una pagina web
12711.7 Preferenze utenteIncondizionato
12811.8.1 Tecnologia del contenutoLaddove il contenuto web è uno strumento di sviluppo
12911.8.2 Creazione di contenuto accessibileLaddove il contenuto web è uno strumento di sviluppo
13011.8.3 Conservazione nelle trasformazioni delle informazioni sull’accessibilitàLaddove il contenuto web è uno strumento di sviluppo
13111.8.4 Suggerimenti di riparazioneLaddove il contenuto web è uno strumento di sviluppo
13211.8.5 ModelliLaddove il contenuto web è uno strumento di sviluppo
13312.1.1 Caratteristiche di accessibilità e compatibilitàIncondizionato
13412.1.2 Documentazione accessibileIncondizionato
13512.2.2 Informazioni sulle caratteristiche di accessibilità e compatibilitàIncondizionato
13612.2.3 Comunicazione effettivaIncondizionato
13712.2.4 Documentazione accessibile Incondizionato

Requisiti nella norma tecnica armonizzata EN 301 549 ma non rilevanti la Direttiva sull’accessibilità web

Di seguito sono elencati i requisiti della norma tecnica armonizzata EN 301 549 che non sono elencati nel prospetto A.1 (che riguarda il web) o nel prospetto A.2 (che riguarda le applicazioni mobili) dell’allegato A della norma tecnica armonizzata EN 301 549 v3.2.1. Fanno quindi parte della norma, ma non fanno parte della presunzione di conformità definita dalla Direttiva sull’accessibilità web.

Requisiti non rilevanti perché la Direttiva sull’accessibilità web non si applica all’hardware:

  • 5.1 Funzionalità chiusa
  • 6.5.2 Risoluzione punto b)
  • 6.5.3 Frequenza fotogrammi punto b)
  • 6.6 Alternative ai servizi basati su video
  • 8 Hardware (nella sua interezza)

Requisiti non rilevanti perché Direttiva sull’accessibilità web non si applica ai media basati sulla trasmissione in diretta:

  • 9.1.2.4 Sottotitoli (in tempo reale)
  • 10.1.2.4 Sottotitoli (in tempo reale)
  • 11.1.2.4 Sottotitoli (in tempo reale)
Condividi:
Pubblicato
Etichettato come Normative

Roberto Scano

Roberto Scano si occupa di accessibilità dall'inizio del millennio. Ha collaborato allo sviluppo delle WCAG 2.0, delle ATAG 2.0 nonché della normativa italiana in materia di accessibilità. Autore di numerosi libri e contenuti divulgativi materia, è consulente e formatore nell'ambito della tematica della qualità dei servizi delle P.A. e delle aziende. Presiede la commissione UNI di normazione tecnica dell'accessibilità ICT (e-accessibility) rappresentando quindi l'Italia ai tavoli di normazione tecnica europea.