5. WAS – Content Manager

Figura professionale

Il WAS Content Manager (WAS CM) è la figura professionale che si occupa della produzione e della gestione di contenuti di un sito web con la finalità di pubblicarli in modo che siano accessibili ed efficacemente comunicativi. L’attività del WAS CM è largamente diffusa nelle realtà aziendali o pubbliche ove si utilizzano sistemi per la gestione dei contenuti (CMS) per la pubblicazione di informazioni, ovvero per comunicare con l’utenza del proprio sito web. Il WAS CM è anche il responsabile di un sito web di dimensioni ridotte in cui la gestione dei contenuti avviene tramite i tradizionali editor visuali in cui il compito del content manager è di utilizzare dei modelli predefiniti (template) con cui pubblicare dei nuovi contenuti.

Obiettivi

Il corso intende offrire la possibilità di apprendere tutte le tecniche necessarie alla gestione dei contenuti di siti web e al mantenimento della qualità dei siti (accessibilità, usabilità e conformità agli standard).  Il corso copre ogni aspetto riguardante la gestione dei contenuti: dall’utilizzo corretto dei CMS e degli strumenti di authoring alla redazione di testi, dalla tipografia al multimedia fino all’organizzazione di una redazione diffusa. L’approccio di carattere tecnico-pratico permetterà all’allievo di produrre contenuti conformi alle normative in tema di accessibilità dei siti web ed efficaci in termini di comunicazione.

Destinatari

Responsabili di siti web (Web site Manager), Responsabili dei contenuti (Content Manager), redattori web (Content Editor), pubblicitari web (Copy-online) di siti di pubbliche amministrazioni, reti civiche, aziende ed organizzazioni no-profit.

Modalità formative

Il corso è suddiviso in unità formative di durata precisata e delle quali viene indicata la propedeuticità.

Ad ogni unità formativa possono corrispondere dei corsi eClasses necessari a raggiungere le medesime competenze del percorso d’aula. Alcuni corsi eClasses sono obbligatori per il raggiungimento della certificazione WAS – CM, altri sono consigliati solamente a coloro che non possiedono tali competenze derivate da autoformazione o dalla frequentazione di altri corsi.

In questo modo il percorso formativo può essere suddiviso in corsi indipendenti e permette all’allievo raggiungere la certificazione frequentando l’intero percorso in aula, interamente a distanza o di svolgere alcuni corsi in aula ed altri in modalità a distanza.

Per i percorsi in aula sono previste sessioni di navigazione e testing con tecnologie assistive effettuate da utenti disabili.

Prerequisiti

Prerequisiti fondamentali sono una solida conoscenza dei linguaggi HTML, XHTML, dei CSS e delle tematiche relative all’accessibilità dei siti web o la frequentazione delle attività formative IWA/HWG identificate come

  • ‘Accessibilità dei contenuti per il Web’, vale a dire una giornata formativa di analisi delle linee guida per l’accessibilità dei contenuti per il web 1.0 (WCAG 1.0).
  • WAS – Web Operator

La partecipazione ad entrambe le suddette attività formative è sostitutiva al test di valutazione iniziale.

Contenuti

CSS 2.x avanzato

  • Richiami del modulo Css 2.x base
  • L’ereditarietà
  • Il posizionamento
  • Il posizionamento
  • Generazione di layout complessi
  • Elementi di CrossBrowsing

Corsi eClasses equivalenti: Cascading Style Sheets – Level 2 (H161)

Introduzione al web content management

  • Generi di siti, strutture e storyboard
  • Nozioni di web design
  • L’architettura funzionale del sito
  • Nozioni di diritto informatico, diritto dell’informazione, diritto d’autore
  • La gestione di redazioni diffuse e la comunicazione interna
  • L’ufficio stampa on-line: newsletter e mailing list
  • Le pubbliche relazioni
  • Customer Relationship Management
  • Fondamenti di internet marketing
  • Motori di ricerca e directory
  • Email, permission marketing, viralità
  • La pubblicità su internet
  • Elementi di net semiology
  • Il colore nel web
  • La tipografia web
  • Selezione e trattamento del materiale visuale
  • Metadata
  • Nozioni di linguaggi dinamici per il Web

Corsi eClasses equivalenti: nessuno

Business writing e web writing

  • Strategie della comunicazione scritta
  • Semiotica
  • Le regole per la chiarezza e per la sintesi
  • Eliminare il linguaggio burocratico e i gerghi
  • Come misurare la comprensibilità dei testi
  • Scrivere efficace
  • Scrivere per “vendere”
  • Tecniche di scrittura creativa
  • Spazialità del testo
  • Le azioni principali: iniziare, argomentare, concludere
  • Catturare l’attenzione del lettore
  • I ganci per lo scrittore online
  • Il tono e lo stile
  • Le fasi del processo di scrittura
  • Pre-writing, free-writing, re-writing: progetto, redazione, revisione
  • Dal testo all’ipertesto: il protagonismo del lettore
  • Strategie per guidare il navigatore: piramide invertita, link, microcontent
  • Il valore dell’interattività
  • I punti d’attenzione
  • I principali generi del web writing
  • Dal sito istituzionale al sito-portale
  • L’intranet
  • L’informazione aziendale
  • Link interni e link esterni
  • I microcontenuti

Corsi eClasses equivalenti: Web Content Writing and Editing (B121) – Web Writing Workshop (B122)

Strumenti di sviluppo pagine e contenuti

  • Tipologie e caratteristiche dei programmi di word processing Open Source e commerciali
  • Tipologie e caratteristiche degli strumenti di sviluppo Open Source e commerciali
  • Interfacce web-based e offline
  • Tipologie e caratteristiche dei CMS Open Source e commerciali
  • Gli editor integrati nei CMS
  • ATAG e WCAG
  • Elementi X(HTML) specifici per l’accessibilità nell’uso degli editor integrati nei CMS
  • Definire un sito in locale, caricamento e gestione dei file con client ftp
  • Template
  • La formattazione del testo
  • Gli strumenti per l’accessibilità presenti nei diversi strumenti di sviluppo
  • Creare link e ancore
  • Le mappe immagine
  • Inserire e personalizzare le tabelle
  • Generare fogli di stile
  • Generare form e farle funzionare tramite script dinamici
  • Nozioni di configurazione di script dinamici per servizi interattivi

Corsi eClasses equivalenti: nessuno

Web usability

  • L’usabilità dei siti web
  • La progettazione per l’utente finale
  • Usabilità e metodi
  • Indagini e interviste
  • Analisi e test
  • Il design usabile
  • L’architettura dell’informazione

Corsi eClasses equivalenti: nessuno

Accessibile web content management

  • Barriere, tecnologie assistive e strategie alternative di accesso alle informazioni
  • Il W3C e la WAI
  • Le WCAG
  • Usabilità e accessibilità
  • Normative nazionali in materia di accessibilità del web (se nella nazione è presente una normativa in materia di accessibilità del web)
  • Tecniche di content management accessibile
  • Accessibilità dei formati PDF, MSOffice, video e audio, Macromedia Flash
  • Accessibilità comunicazionale del content, adattamento e riscrittura dei testi
  • Multimedialità e accessibilità
  • La valutazione dell’accessibilità
  • Analisi dell’influenza dell’accessibilità dei contenuti nella comunicazione interna ed esterna delle organizzazioni: i vantaggi di un web design accessibile
  • Analisi dei ruoli degli attori della comunicazione online: le relazioni fra i gestori dei contenuti e i sistemi informativi

Corsi eClasses equivalenti: Web Accessibility Techniques (D202)

Durata

La durata complessiva suggerita del corso in modalità d’aula è di 145 ore, così suddivise nelle singole unità formative:

  • Introduzione al web content management: 16 ore
  • Business writing e web writing: 24 ore
  • CSS 2.0 avanzato: 10 ore
  • Tool di sviluppo pagine e contenuti: 30 ore
  • Web usabilità: 20 ore
  • Accessibile web content management: 45 ore

Valutazioni

Per i percorsi d’aula al termine di ogni unità formativa agli allievi sarà somministrato un test contenente domande a risposta chiuse ed aperte sui contenuti della singola unità ed una prova pratica strutturata al fine di valutare le competenze teorico-pratiche acquisite da ogni singolo allievo.

Nell’ambito dell’ “Accessibile design workshop” verrà inoltre proposto lo sviluppo ed il testing di un progetto completo che integri le competenze acquisite nel corso di tutte le unità formative del percorso. I percorsi eClasses prevedono delle prove di valutazione proprie. Il progetto, in questo caso verrà sviluppato nel corso “Web Accessibility Techniques (D202)”.

Il superamento con profitto di tutte le prove è requisito fondamentale per il conseguimento della certificazione IWA WAS – Web designer.

Ambienti formativi e logistica

Le strutture che intendono candidarsi ad erogare i percorsi WAS dovranno possedere i requisiti minimi previsti per i WAS – Certified Training Center (vedi paragrafo 8)

 

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

  • 6, WAS – Web Designer6, WAS – Web Designer Figura professionale Il WAS Web Designer (WAS WD) è la figura professionale che si occupa dello sviluppo dell’impostazione grafica di presentazione dei […]
  • 4. WAS – Web Operator4. WAS – Web Operator Figura professionale Il WAS Operator (WAS WO) è la figura professionale che riassume i requisiti basilari indispensabili per poter svolgere mansioni operative […]
  • 8. WAS – Certified Trainer8. WAS – Certified Trainer Una sessione formativa prevede - in qualsiasi caso ed in qualsivoglia tipologia di corso – un’interazione profonda ed intensa fra le due entità […]
  • 3. Organizzazione delle linee guida3. Organizzazione delle linee guida Le linee guida contenute nel presente documento sono raggruppate secondo livelli di specializzazione. Per ogni livello vengono presentati i requisiti generali di […]
  • 1. Introduzione1. Introduzione La creazione di siti e applicazioni Web accessibili nel pieno rispetto dell'attuale normativa italiana e degli standard internazionali, è un processo composito e […]
Condividi:

Informazioni sull'autore

Roberto Castaldo
Roberto Castaldo
Sono nato e vivo a Napoli, ed opero professionalmente nel mondo dell'informatica da più di vent'anni. In realtà l'informatica, insieme alla musica e ad altre poche cose, è stato da sempre un mio chiodo fisso, e la buona sorte mi ha aiutato a trasformarlo in un mestiere. Sin dalle mie primissime esperienze lavorative - insegnavo dattilografia ed i primi rudimenti di informatica in una scuola privata - mi sono trovato a mio agio nel settore della formazione e della divulgazione, certamente aiutato dai miei studi classici. Nel 1987 ho iniziato la mia attività come insegnante d'informatica in un Istituto Professionale Statale - per circa due anni sono stato il più giovane insegnante di ruolo d'Italia. Ho avuto svariate esperienze anche nel settore privato come sviluppatore (TPascal - lo ricordate? - VB, ASP e, più di recente VB.NET ed ASP.NET), ma soprattutto come docente e come divulgatore. Ho effettuato attività di formazione presso le più grandi realtà imprenditoriali italiane (IBM, Omnitel, Telecom Italia, TIM, Unicredito, Ekip, BNL, SSGRR), ma anche all'estero in qualità di docente e/o progettista di percorsi formativi; gli argomenti spaziano dal mondo Office fino al multimedia ed alla programmazione avanzata ASP ed ASP.NET. Ho collaborato con l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, ho redatto articoli/tutorial per un'importante rivista informatica (Win98 Magazine), ed ho partecipato allo sviluppo di CD-Rom Multimediali (IBM, Selfin, BNL) curando personalmente la registrazione dei commenti audio ed il montaggio delle musiche (CoolEdit), l'eventuale connessione a database remoti, l'assemblaggio degli elementi testuali, grafici e multimediali (Director 8) fino alla creazione del master definitivo. Negli anni 1998-2000 ho collaborato con la Gazzetta dello Sport Online curando, in occasione dei più importanti avvenimenti sportivi (Mondiali ed Europei di calcio, Giro d'Italia, Campionato di Serie A) le pagine contenenti la traduzione in inglese e francese degli articoli in italiano. Il mio compito consisteva nell'inviare ai miei traduttori la cronaca in italiano, riceverne la traduzione, creare le pagine inglesi e francesi del sito www.gazzetta.it e pubblicarle sul server, il tutto entro 90 minuti dalla fine dell'evento. Nel frattempo, mi avvicinavo in maniera sempre più approfondita alle problematiche legate all'accessibilità di siti web, progettando percorsi di formazione ad hoc, ed aderendo entusiasticamente al progetto webaccessibile.org. Sono stato per diversi mesi membro del XML Protocol Working Group del W3C, ed attualmente partecipo ai lavoro del WAI Web Content Accessibility Guidelines (WCAG) Working Group e del E&O Education ad Outreach Working Group.

Commenti

Nessun commento

    Rispondi

    Link e informazioni