Un’occasione di studio ma anche di confronto

La pausa pranzo ci ha visti armati di panini e birre, lanciarci in discussioni amichevoli su come ognuno di noi mette in pratica le WCAG e sui compromessi ai quali spesso si deve giungere per accontentare tutte le parti in gioco nella realizzazione di un sito web istituzionale (grafici, committenti, budget, tempi ecc.); ma abbiamo anche approfittato della disponibilità di Roberto per sapere cosa bolle in pentola a livello di norme, in questo autunno scaldato dal dibattito sui vari bollini blu e dall’attesa per l’approvazione definitiva di una legge italiana.

La giornata è volata via, lasciandoci più ricchi di esperienze e con la bella sensazione di impegnarci in qualcosa di utile davvero.

Salutandoci, ci siamo dati appuntamento ad uno dei prossimi incontri… magari Venezia; e già che andiamo fin lì perchè non approfittarne per visitare questa splendida città d’arte?.

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

  • Lezione di accessibilità ad alti livelliLezione di accessibilità ad alti livelli Come ci si aspetta sempre da un'iniziativa che parte da IWA, è stata una giornata ad alta densità di informazione, merito dei docenti eccezionali e anche di […]
  • Reportage del 6 novembreReportage del 6 novembre Da quando sono tornata ho in mente di scrivere qualche riga per ricordare l'incontro IWA svoltosi il 6 Novembre 2003 a Roma, nella bella sede dell'Hotel American Palace […]
  • Seminario IWA Educational WCAG 1.0 – VeneziaSeminario IWA Educational WCAG 1.0 – Venezia Venezia - Hotel Meridiana, 29/10/2004Appuntamento a Venezia per il ciclo di seminari IWA Educational sulle Web Content Accessibility Guidelines 1.0Sito Web: […]
  • Pornografia accessibile per chi non vedePornografia accessibile per chi non vede Da uno spunto goliardico è possibile trarre conclusioni sul perché è utile, oltre che giusto, curare l'accessibilita' dei conentuti multimediali rendendoli multmodali.
  • OctoberWebFestOctoberWebFest PARMA - Aula Magna del Polo Didattico - Dipartimento di Psicologia, 22/10/2003Giornata di studio e scambio di idee fra Istituti e Dipartimenti dell'Universita' di […]
Condividi:

Informazioni sull'autore

Silvia Dini
Silvia Dini
Genovese doc, dopo studi classici affiancati da incursioni nel mondo delle 7 note,  ha incontrato il mondo della ricerca sui temi dell'informatica per la didattica, con particolare attenzione alla didattica speciale e alle tecnologie assistive. Da molti anni lavora all’Istituto David Chiossone  per ciechi e ipovedenti di Genova, come operatore della riabilitazione (con abilitazione IRIFOR), in particolare nel settore degli ausili informatici. Cura inoltre il sito dell'Istituto, cura i progetti di ricerca sulle IT, dando molto spazio ai problemi dell'accessibilità del web da parte dei disabili visivi. Da circa 20 anni scrive articoli scientifici e divulgativi sul tema informatica e didattica; coautrice del corso di educazione musicale per la scuola media “Musica a scuola”, ed Zanichelli, e del CD-ROM in tre lingue “Music Park”, ed. Giunti Multimedia (1997).; da dicembre 2002 collabora con “Doppioclick” (ed. Finson). Ha avuto il grande onore di scriver il Capitolo sulle Tecnologie assistive per il volume di Roberto Scano "Accessibilità dalla teoria alla realtà" di recente uscita (2004). E' stata nel gruppo di lavoro WCAG del W3C, è presente ogni volta che può alle iniziative IWA e va fiera della sua partecipazione a Webaccessibile, con la quale tenta di dare il suo piccolo contributo per sensibilizzare i cittadini del net sulle tematiche dell'abbattimento delle barriere digitali.

Commenti

Nessun commento

    Rispondi

    Link e informazioni