Accessibilità del web: IWA/HWG crea un gruppo di lavoro per l’autoregolamentazione del settore privato

Giovedì 16 ottobre, con il voto unanime di tutti 306 parlamentari presenti in aula, è stata approvata la legge in materia di accesso ai disabili delle risorse informatiche, in particolare ai siti internet delle pubbliche amministrazioni. Si auspica che il testo di legge, passato ora al Senato, diventi legge per la fine del 2003 – anno europeo delle persone con disabilità.

IWA/HWG (International Webmasters Association / HTML Writers Guild) e professionisti del settore hanno contribuito alla nascita di questo documento, inizialmente con la presentazione della proposta di legge n. 3486 (Campa-Palmieri) e successivamente con partecipazione ed organizzazione di eventi ed iniziative di supporto tra cui la lista di discussione “pdl3486” all’interno del progetto itlists.org. Questo ha portato all’approvazione di emendamenti proposti sia da maggioranza che da opposizione relativamente al recepimento delle direttive internazionali sull’accessibilità, vale a dire le raccomandazioni del World Wide Web Consortium (W3C), come richiesto anche dalla stessa Unione Europea.

L’accessibilità delle risorse informatiche definita dalla legge riguarda esclusivamente il settore pubblico mentre per il settore privato attualmente non risulta alcuna regolamentazione.

IWA/HWG, realtà internazionale che partecipa attivamente all’interno del W3C (World Wide Web Consortium) per lo sviluppo degli standard del web e la promozione dell’accesso universale, crea oggi il “Gruppo di Lavoro per l’accessibilità delle risorse info-telematiche nell’industria, nel commercio e nei servizi”.

Il Gruppo di lavoro ha come finalità la predisposizione di documentazione e codici di autoregolamentazione per i diversi settori al fine di consentire la piena fruibilità dei prodotti informatici e dei servizi agli utenti con disabilità.

La partecipazione al gruppo di lavoro è aperta ai rappresentanti delle associazioni nel campo dell’industria, del commercio, dei servizi nonché ai rappresentanti di associazioni di persone con disabilità in modo da far incontrare i tre attori: gli utenti (soggetti con disabilità), i fornitori (industrie,commercianti, artigiani, fornitori di servizi) e gli sviluppatori (programmatori, aziende produttrici di tecnologie assistive, software, ecc.). IWA/HWG effettuerà quindi l’attività di coordinamento del gruppo di lavoro, portando l’esperienza acquisita nell’accessibilità dei siti web sia in campo internazionale che all’interno del W3C.

Per maggiori informazioni e/o per richieste di partecipazione al gruppo di lavoro è possibile inviare una mail a contatti@webaccessibile.org.

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Condividi:

Informazioni sull'autore

Roberto Scano
Roberto Scano
  • Seguilo su

Roberto Scano si occupa di accessibilità dall'inizio del millennio. Ha collaborato allo sviluppo delle WCAG 2.0, delle ATAG 2.0 nonché della normativa italiana in materia di accessibilità. Autore di tre libri in materia, è consulente e formatore nell'ambito della tematica della qualità dei servizi delle P.A. e delle aziende.

Commenti

Nessun commento

    Rispondi

    Link e informazioni