Scompare anche WebXact!

E’ da oltre un anno che WatchFire (chi non ricorda il vecchio Bobby???) aveva più o meno espressamente abbandonato lo sviluppo di soluzioni per l’accessibilità del Web, preferendo concentrare le sue forze sulla security, e da febbraio di quest’anno anche WebXact è stato rimosso.

Lo comunica proprio Watchfire – acquisita qualche mese fa da IBM – su http://www.watchfire.com/products/webxm/bobby.aspx

Dal comunicato si apprende l’intenzione da parte di IBM di sviluppare strumenti che possano in qualche modo rappresentare l’evoluzione del più complesso – e a pagamento – WebXM, una completa piattaforma per la valutazione di svariati aspetti inerenti la qualità complessiva di una Web application, accessibilità compresa.

Vedremo e seguiremo con interesse gli sviluppi futuri.

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

  • LIFT Text TranscoderLIFT Text Transcoder Il nuovo prodotto di UsableNet, LIFT Text Transcoder, è un software server che consente di generare istantaneamente una versione solo-testo del vostro sito Web. […]
  • BobbyBobby Bobby è uno strumento informatico che verifica la rispondenza dei siti ai requisiti di accessibilità agli utenti disabili, facendo riferimento a quanto stabilito nelle […]
  • CSS Colour Contrast TestCSS Colour Contrast Test Il checkpoint 2.2 delle WCAG 1.0 prevede che il contrasto fra colore principale e sfondo di una pagina sia sufficientemente elevato da non costituire un problema per la […]
  • Web e Televisione? WebTV!Web e Televisione? WebTV! Spesso quando si parla di accessibilità si limita il problema ad alcune categorie di disabili non comprendendo forse che l'accessibilità è anche un requisito per gli […]
  • TorquemadaTorquemada Torquemada nasce all’interno dell’iniziativa Webxtutti della Fondazione Ugo Bordoni con l’intenzione di fornire un concreto supporto agli utenti che vogliano rendere […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.