Ipovisione e accessibilità e fruibilità del web

Questa categoria di disabili è infatti particolarmente svantaggiata nell’attuale panorama di siti Internet, costruiti per la stragrande maggioranza con criteri per loro assolutamente penalizzanti: combinazioni testo-sfondo poco contrastate, immagini in filigrana sotto il testo, caratteri troppo piccoli, uso eccessivo di corsivi e di allineamenti insoliti, ecc.

Quest’articolo è pubblicato in contemporanea sul sito di Franco Frascolla (www.francofrascolla.it) e nel sito di Michele Diodati (www.diodati.org) nonchè  in quello dell’Associazione Nazionale Subvedenti (www.subvedenti.it). Per volontà dell’autore è permesso l’utilizzo anche parziale dei contenuti qui pubblicati, previa comunicazione ed esplicita citazione.

Nota tecnica. Alcuni degli esempi presenti nell’articolo, affinché siano correttamente visibili su qualsiasi piattaforma, hanno richiesto l’uso di elementi ed attributi disapprovati dal W3C, quali FONT, FACE, COLOR, BGCOLOR e simili. Le pagine che contengono tali elementi ed attributi, in accordo con quanto consigliano le specifiche HTML 4.01, fanno uso della DTD transitoria.

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.