Il quoting accessibile

Il tema dell’accessibilità del web continua ad affascinarmi sempre di più in quanto ogni giorno entrando in contatto con i componenti del gruppo di lavoro del W3C per le WCAG 2.0 (Web Content Accessibility Guidelines) e con diverse tipologie di disabilità capita di scontrarsi con problematiche di accessibilità che di fatto vanno in contrasto con l’uso comune dell’utilizzo della rete.

Questo articolo è nato da un suggerimento inviatomi qualche settimana fa da Carlo Loiodice, moderatore della lista UICTECH, una lista tecnica dove si parla di materiale tiflotecnico e di informatica per non vedenti.

Nella e-mail in riferimento ad un mio intervento nella lista OSI (http://it.groups.yahoo.com/group/osservatorioweb/), Carlo mi faceva notare che il mio modo di quotare, classica modalità di quoting utilizzata dalla maggior parte degli utenti che invia messaggi di posta elettonica in mailing list e/o in gruppi di discussione, ossia anteponendo in modo automatico il carattere “>” davanti ad ogni riga del messaggio postato dalla persona a cui si vuole rispondere, creava problemi agli utenti non vedenti con sistemi assistivi.

Per comprendere il sistema è necessario partire dalla “netiquette” (http://www.nic.it/NA/netiquette.txt) ossia quel documento che definisce il modo corretto di utilizzare la comunicazione in rete.  Il documento di  riferimento  per la “Netiquette” è la  RFC1855   “Netiquette Guidelines”,  ed  anche la  RFC2635  “A  Set of  Guidelines for  Mass Unsolicited  Mailings  and   Postings”.

Al punto 4 della Netiquette viene chiaramente indicato che: “Se si risponde ad un messaggio,  evidenziare i passaggi  rilevanti del  messaggio  originario,  allo  scopo di  facilitare la comprensione da  parte di coloro che non lo hanno letto,  ma non riportare mai sistematicamente l’intero messaggio originale“.

Come molti sono a conoscenza, la maggior parte dei sistemi di posta sono preconfigurati per rispondere alle e-mail con dei caratteri predefiniti che vengono anteposti alla riga del messaggio, utilizzando ad esempio proprio il carattere “>”.  Maggiori informazioni sul quoting “tradizionale” sono disponibili in parecchi siti, di cui ne cito uno che raccoglie informazioni in modo semplice e chiaro: http://www.marco5x.net/usenet/quoting.php.

Come accennato in precedenza, il problema che sorge è che i lettori di ausilio ai non vedenti leggono quel carattere all’inizio di ogni riga rendendo quindi difficile e di fatto poco comprensibile sia la lettura del messaggio che il cosiddetto “follow-up”, ossia seguire chi ha di fatto scritto la parte di testo citata.

Pertanto mi sono chiesto: quale può essere il miglior sistema per rispondere ai messaggi in modo che siano comprensibili a tutti senza problemi di lettura?

In queste pagine troverete di seguito il documento originale del messaggio postato in lista UICTECH (ringrazio Carlo Loiodice) dove viene spiegata la modalità di quoting che ho proposto in lista e che di fatto rende il testo accessibile a tutti gli utenti, precisando che comunque – da quanto riferito da alcuni membri dello stesso gruppo – alcuni sistemi di tecnologia assistiva agli utenti non vedenti prevedono già automaticamente l’eliminazione del carattere “>”.

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

  • E-mail accessibili? Si grazie!E-mail accessibili? Si grazie! A seguito dell'argomento sul quoting e sulle considerazioni di Carlo Loiodice (moderatore lista UICTECH), possiamo dare qualche consiglio per inviare in modo corretto […]
  • Pattern visivi durante la navigazione o la ricerca in sito WebPattern visivi durante la navigazione o la ricerca in sito Web Traduzione - autorizzata dagli autori - dell'articolo "Eye Gaze Patterns while Searching vs. Browsing a Website", di Sav Shrestha e Kelsi Lenz, pubblicato su Usability […]
  • Quoting: ovvero botta e rispostaQuoting: ovvero botta e risposta chi fa uso della posta elettronica sa che il verbo "quotare" in questo ambito non si riferisce né alle corse dei cavalli né alle sessioni della Borsa. Quando qualcuno […]
  • Macromedia Flash: cattive abitudini da evitareMacromedia Flash: cattive abitudini da evitare Il Flash Player è uno dei software più diffusi al mondo ed è presente nella maggior parte dei computer che attualmente navigano la rete ed ha ormai da […]
  • L’accessibilità di Macromedia Director MXL’accessibilità di Macromedia Director MX Parlare di accessibilità di un’applicazione informatica, il più delle volte sottintende il riferimento alla triste situazione che oggi impera nel mondo Web: l’assenza […]
Condividi:

Informazioni sull'autore

Roberto Scano
Roberto Scano
  • Seguilo su

Roberto Scano si occupa di accessibilità dall'inizio del millennio. Ha collaborato allo sviluppo delle WCAG 2.0, delle ATAG 2.0 nonché della normativa italiana in materia di accessibilità. Autore di tre libri in materia, è consulente e formatore nell'ambito della tematica della qualità dei servizi delle P.A. e delle aziende.

Commenti

Nessun commento

    Rispondi

    Link e informazioni