Comparazione WCAG 2.0 e requisiti legge Stanca: Principio 3

In questo articolo vengono analizzate le linee guida appartenenti al principio 3 (Comprensibile).

Linea guida 3.1

Criterio di successo 3.1.1

3.1.1. Lingua della pagina: L’impostazione predefinita del linguaggio umano di ogni pagina Web può essere determinata programmaticamente. (Livello A)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
4.3 (Livello AAA) Non presente

Criterio di successo 3.1.2

3.1.2. Parti in lingua:Il linguaggio umano di ogni passaggio o frase nel contenuto può essere determinato programmaticamente ad eccezione dei nomi propri, termini tecnici, parole in lingue non determinabili e parole o frasi che sono diventate parte integrante del testo circostante. (Livello AA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
4.1 (Livello A) Non presente

Criterio di successo 3.1.3

3.1.3. Parole inusuali:Rendere disponibile un meccanismo per l’identificazione di specifiche definizioni di parole o frasi usate in un modo insolito o ristretto, compresi idiomi e gergo. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

Questo criterio di successo non era presente nei punti di controllo delle WCAG 1.0 e neppure nell’allegato A del DM 8 luglio 2005.

Criterio di successo 3.1.4

3.1.4. Abbreviazioni:Rendere disponibile un meccanismo per identificare la forma espansa o il significato delle abbreviazioni. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
4.2 (Livello AAA) Non presente

Criterio di successo 3.1.5

3.1.5. Livello di lettura: Quando il testo richiede capacità di lettura più avanzata rispetto al livello di istruzione secondaria inferiore dopo aver rimosso i nomi propri ed i titoli, fornire dei contenuti supplementari oppure una versione che non richieda la capacità di lettura più avanzata rispetto al livello di istruzione secondaria inferiore. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
14.2 (Livello AAA) Non presente

Criterio di successo 3.1.6

3.1.6. Pronuncia:Rendere disponibile un meccanismo per l’identificazione di specifiche pronunce per le parole dove il significato delle parole, nel contesto, è ambiguo senza la conoscenza della pronuncia. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

Questo criterio di successo non era presente nei punti di controllo delle WCAG 1.0 e neppure nell’allegato A del DM 8 luglio 2005.

Linea guida 3.2

Criterio di successo 3.2.1

3.2.1. Al focus:Quando qualsiasi componente riceve il focus, lo stesso non avvia un cambiamento del contesto. (Livello A)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
10.1 (Livello AA) Non presente

Criterio di successo 3.2.2

3.2.2. A seguito di azioni: Cambiare l’impostazione di qualsiasi componente nell’interfaccia utente non deve provocare automaticamente un cambiamento di contesto, a meno che l’utente, sia stato informato del problema prima di utilizzare il componente. (Livello A)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
10.1 (Livello AA) Non presente

Criterio di successo 3.2.3

3.2.3. Navigazione consistente: I meccanismi di navigazione che sono ripetuti su più pagine Web all’interno di un insieme di pagine Web, devono apparire nello stesso ordine corrispondente ogni volta che si ripetono, a meno che un cambiamento sia stato avviato da un utente. (Livello AA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
13.4 (Livello AA) Non presente
14.3 (Livello AAA) Non presente

Criterio di successo 3.2.4

3.2.4. Identificazione consistente: I componenti che hanno la stessa funzionalità all’interno di un insieme di pagine Web sono identificati con coerenza. (Livello AA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
13.4 (Livello AA) Non presente

Criterio di successo 3.2.5

3.2.5. Modifiche su richiesta: I cambiamenti di contesto devono essere avviati solo dagli utenti, oppure è disponibile una funzionalità per disattivare tali modifiche. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
7.4 (Livello AA) 20
10.1 (Livello AA) Non presente

Linea guida 3.3

Criterio di successo 3.3.1

3.3.1. Identificazione di errori: Se un errore di comando è identificato automaticamente, l’elemento che è in errore è identificato e l’errore è descritto all’utente tramite dei contenuti testuali. (Livello A)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

Questo criterio di successo non era presente nei punti di controllo delle WCAG 1.0 e neppure nell’allegato A del DM 8 luglio 2005.

Criterio di successo 3.3.2

3.3.2. Etichette o istruzioni: Fornire etichette o istruzioni per i controlli che richiedano azioni di input da parte dell’utente. (Livello A)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

Questo criterio di successo non era presente nei punti di controllo delle WCAG 1.0 e neppure nell’allegato A del DM 8 luglio 2005.

Criterio di successo 3.3.3

3.3.3. Suggerimenti per gli errori: Se viene identificato un errore che si può correggere, è necessario fornire suggerimenti all’utente, a meno che ciò non pregiudichi la sicurezza o la finalità del contenuto. (Livello AA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
13.7 (Livello AAA) Non presente

Questo criterio di successo non era presente direttamente nei punti di controllo delle WCAG 1.0 e neppure nell’allegato A del DM 8 luglio 2005.

Criterio di successo 3.3.4

3.3.4. Prevenzione degli errori (legali, finanziari, dati): Per le pagine Web che causano vincoli di tipo giuridico o finanziario o che gestiscono inserimento, cancellazione, gestione di dati oppure che presentano delle risposte a dei test effettuati dall’utente, è soddisfatta almeno una delle seguenti condizioni: (Livello AA)

  1. Reversibilità:Le azioni sono reversibili.
  2. Controllo: I dati inseriti dall’utente sono verificati per errori di inserimento, fornendo all’utente la possibilità di correggerli.
  3. Conferma: È disponibile una funzionalità per la revisione, conferma e correzione delle informazioni prima del loro invio definitivo.

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

Questo criterio di successo non era presente nei punti di controllo delle WCAG 1.0 e neppure nell’allegato A del DM 8 luglio 2005.

Criterio di successo 3.3.5

3.3.5. Aiuto: Rendere disponibili degli aiuti contestuali. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
13.7 (Livello AAA) Non presente

Questo criterio di successo non era presente direttamente nei punti di controllo delle WCAG 1.0 e neppure nell’allegato A del DM 8 luglio 2005.

Criterio di successo 3.3.6

3.3.6. Prevenzione degli errori (tutti): Per tutte le pagine Web che richiedano l’invio di informazioni da parte dell’utente, è soddisfatta almeno una delle seguenti condizioni: (Livello AAA)

  1. Reversibilità:Le azioni di invio sono reversibili.
  2. Controllo: I dati inseriti dall’utente sono verificati per errori di inserimento, fornendo all’utente la possibilità di correggerli.
  3. Conferma: È disponibile una funzionalità per la revisione, conferma e correzione delle informazioni prima del loro invio definitivo.

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

Questo criterio di successo non era presente nei punti di controllo delle WCAG 1.0 e neppure nell’allegato A del DM 8 luglio 2005.

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

One thought on “Comparazione WCAG 2.0 e requisiti legge Stanca: Principio 3

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.