Comparazione WCAG 2.0 e requisiti legge Stanca: Principio 2

In questo articolo vengono analizzate le linee guida appartenenti al principio 2 (Operabile).

Linea guida 2.1

Criterio di successo 2.1.1

2.1.1. Tastiera:Tutte le funzionalità del contenuto sono azionabili tramite un’interfaccia tastiera senza richiedere tempi specifici per le singole battiture, salvo il caso in cui sia la funzionalità di fondo a richiedere un input che dipende dal percorso del movimento dell’utente e non solo dai suoi punti d’arrivo. (Livello A)

Nota 1. Questa eccezione si riferisce alla funzionalità di fondo, non alla tecnica di input. Per esempio, usando la scrittura a mano per immettere del testo, la tecnica di input (scrittura a mano) richiede un input che dipende dal percorso tracciato mentre la funzionalità di fondo (immissione di testo) non lo richiede.

Nota 2. Ciò non vieta e non dovrebbe scoraggiare l’utilizzo di input da mouse o di altri metodi di input in aggiunta all’uso della tastiera.

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
1.2 (Livello A) 8
6.4 (Livello AA) 16
9.1 (Livello A) 7
9.2 (Livello AA) 16
9.3 (Livello AA) 16

Criterio di successo 2.1.2

2.1.2. Nessuna trappola per tastiere: Se il focus dipendente da tastiera può essere catturato da un componente presente nella pagina utilizzando un’interfaccia tastiera, allora il focus potrà essere rilasciato da tale componente usando la sola interfaccia tastiera e, se a tal fine non fosse sufficiente l’uso dei normali tasti freccia o tab o l’uso di altri metodi di uscita standard, l’utente deve essere informato sul metodo per rilasciare il focus. (Livello A)

Nota. Dal momento che qualsiasi contenuto che non rispetti questo criterio di successo può interferire con l’utilizzo da parte dell’utente dell’intera pagina, tutti i contenuti della pagina web (che essi siano usati per rispettare altri criteri di successo o meno) devono rispettare questo criterio di successo. Vedi Requisito di conformità 5: Non-Interferenza.

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
6.1 (Livello A) 11
8.1 (Livello A / Livello AA) 17

Si tratta di un criterio di successo non mappato direttamente all’interno delle WCAG 1.0 ma ritenuto necessario per il requisito 5 di conformità (non interferenza).

Criterio di successo 2.1.3

2.1.3. Tastiera (nessuna eccezione): Tutte le funzionalità dei contenuti sono azionabili tramite un’interfaccia tastiera senza richiedere tempi specifici per le singole battiture. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
6.4 (Livello AA) 16
9.2 (Livello AA) 16

Linea guida 2.2

Criterio di successo 2.2.1

2.2.1. Regolazione tempi di esecuzione: Per ogni limite di tempo di esecuzione presente all’interno del contenuto, è soddisfatto almeno uno dei seguenti casi: (Livello A)

  • Spegnimento: All’utente è consentito lo spegnimento del limite di tempo prima di raggiungerlo; oppure
  • Regolazione: L’utente può regolare il limite di tempo prima di raggiungerlo in un’ampia gamma che sia almeno dieci volte superiore rispetto all’impostazione predefinita; oppure
  • Estensione: L’utente viene avvisato prima dello scadere del limite di tempo; gli sono concessi almeno 20 secondi per intraprendere un’azione al fine di estendere automaticamente il tempo disponibile (ad esempio: “premere la barra spaziatrice”) e l’utente è altresì autorizzato ad aumentare il limite di tempo di almeno 10 volte; oppure
  • Eccezione per eventi in tempo reale: Quando i tempi di esecuzione sono necessari per la tipologia di contenuto (esempio: un’asta on-line) e non è possibile fornire alternative ai limiti di tempo; oppure
  • Eccezione essenziale:Se il limite di tempo è essenziale ed una estensione causerebbe l’invalidità dell’attività (esempio: una verifica a tempo) e pertanto, non risulta possibile fornire alternative; oppure
  • Eccezione di 20 ore.Il termine è superiore a 20 ore.

Nota: Questo criterio di successo aiuta a garantire che gli utenti possano completare gli obiettivi senza dei cambiamenti inaspettati nel contenuto o nel contesto che siano il risultato di una limitazione di tempo. Questo criterio di successo dovrebbe essere considerato in congiunzione con il criterio di successo 3.2.1, che pone dei limiti nelle modifiche di contenuto o contesto come risultato di un’azione dell’utente.

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
7.4 (Livello AA) 20
7.5 (Livello AA) 20

Criterio di successo 2.2.2

2.2.2. Pausa, Stop, Nascondi: Per movimento, lampeggiamento, scorrimento o auto-aggiornamento di informazioni, tutti i seguenti casi sono veri: (Livello A)

  • Spostamenti, lampeggiamenti, scorrimenti: Per qualsiasi movimento, lampeggiamento o scorrimento di informazioni che (1) si avvia automaticamente, (2) dura più di cinque secondi ed (3) è presentato in parallelo con altro contenuto, è presente un meccanismo per porre in pausa, interrompere o nasconderlo, a meno che il movimento, il lampeggiamento o lo scorrimento non siano parte imprescindibile dell’ attività; e
  • Auto-aggiornamenti:Per qualsiasi auto-aggiornamento di informazioni che (1) si avvia automaticamente ed (2) è presentato in parallelo con altro contenuto, è presente un meccanismo per porre in pausa, interrompere o nasconderlo o per controllare la frequenza dell’aggiornamento a meno che l’auto-aggiornamento non sia parte imprescindibile dell’attività.

Nota 1: Per i requisiti relativi al flickering e agli abbagliamenti del contenuto, fare riferimento alla Linea guida 2.3.

Nota 2: Poiché ogni contenuto che non soddisfi questo criterio di successo può interferire con la capacità dell’utente di usare l’intera pagina, tutto il contenuto della pagina Web (sia se viene o meno utilizzato per soddisfare altri criteri di successo) deve soddisfare questo criterio. Vedi Requisito di Conformità n. 5: Non-Interferenza.

Nota 3: Il contenuto aggiornato periodicamente dal software o che è trasmesso in streaming allo user agent non ha l’obbligo di mantenere o presentare le informazioni generate o ricevute tra la pausa e la riattivazione della presentazione, dato che questo non è tecnicamente possibile, e in molti casi potrebbe anche essere fuorviante.

Nota 4: Una animazione che rappresenta una fase di caricamento o una analoga situazione può essere considerata imprescindibile se l’interazione è interdetta durante questa fase per tutti gli utenti e se la mancanza di questa animazione (feedback) confonde gli utenti o li induce a pensare che il caricamento si è interrotto o non è andato a buon fine.

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
6.1 (Livello A) 11
7.2 (Livello AA) 5
7.3 (Livello AA) 5
8.1 (Livello A / Livello AA) 17

Criterio di successo 2.2.3

2.2.3. Nessun tempo di esecuzione: Le temporizzazioni non sono indispensabili per la tipologia di contenuto, ad eccezione fatta dei contenuti multimediali sincronizzati ed eventi in tempo reale. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

Questo criterio di successo non era presente nei punti di controllo delle WCAG 1.0 e neppure nell’allegato A del DM 8 luglio 2005.

Criterio di successo 2.2.4

2.2.4. Interruzioni:Le interruzioni possono essere rinviate o sospese dall’utente ad eccezione di quelle che rappresentano un’ emergenza. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
7.4 (Livello AA) 20

Criterio di successo 2.2.5

2.2.5. Reautenticazione:Quando una sessione autenticata scade, l’utente deve poter continuare l’attività senza perdita di dati dopo essersi riautenticato. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

Questo criterio di successo non era presente nei punti di controllo delle WCAG 1.0 e neppure nell’allegato A del DM 8 luglio 2005.

Linea guida 2.3

Criterio di successo 2.3.1

2.3.1. Tre lampeggiamenti o inferiore alla soglia: Le pagine Web non devono contenere nulla che lampeggi per più di tre volte al secondo oppure il lampeggio è al di sotto della soglia generale o della soglia del rosso. (Livello A)

Nota: Dal momento che qualsiasi contenuto che non soddisfa questo criterio di successo può interferire con la capacità di un utente di utilizzare l’intera pagina, tutto il contenuto della pagina Web (sia se viene o meno utilizzato per soddisfare altri criteri di successo) deve rispondere a questo criterio di successo. Consultare il requisito di conformità 5: Non interferenza.

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
6.1 (Livello A) 11
6.3 (Livello A) 15
7.1 (Livello A) 5
8.1 (Livello A / Livello AA) 17

Si tratta di un criterio di successo non mappato direttamente all’interno delle WCAG 1.0 ma ritenuto necessario per il requisito 5 di conformità (non interferenza).

Criterio di successo 2.3.2

2.3.2 Tre lampeggiamenti: Le pagine Web non devono contenere nulla che lampeggi per più di tre volte al secondo. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
7.1 (Livello A) 5

Linea guida 2.4

Criterio di successo 2.4.1

2.4.1. Salto di blocchi:Fornire una modalità per saltare i blocchi di contenuto che si ripetono su più pagine. (Livello A)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
9.5 (Livello AAA) Non presente
12.1 (Livello A) 2
13.6 (Livello AAA) 19

Criterio di successo 2.4.2

2.4.2. Titolazione della pagina: Le pagine Web hanno titoli che ne descrivono l’argomento o la finalità. (Livello A)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
12.1 (Livello A) 2
13.7 (Livello AAA) Non presente

Si tratta di un criterio di successo non mappato direttamente all’interno delle WCAG 1.0. Il criterio di successo non si limita alle titolazioni dei frame ma in generale ai titoli delle pagine.

Criterio di successo 2.4.3

2.4.3. Ordine dei focus:Se una pagina Web può essere navigata in modo sequenziale e le sequenze di navigazione influiscono sulla comprensione e sull’operatività dei contenuti, gli oggetti che ricevono il focus lo ricevono in un ordine che ne conserva il senso e l’operatività. (Livello A)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
9.4 (Livello AAA) Non presente

Criterio di successo 2.4.4

2.4.4. Scopo del collegamento (nel contesto): Lo scopo di ogni collegamento può essere determinato dal solo testo del collegamento stesso oppure dal testo del collegamento assieme a dei contenuti contestuali che possono essere determinati in modo programmatico, salvo il caso in cui lo scopo del collegamento potrebbe risultare ambiguo per la gran parte degli utenti. (Livello A)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
1.2 (Livello A) 8
13.1 (Livello AA) 19

Criterio di successo 2.4.5

2.4.5. Differenti modalità: Rendere disponibile più di una modalità per identificare una pagina Web all’interno di un elenco di pagine, salvo il caso in cui una pagina Web sia il risultato – o una fase – di un’azione. (Livello AA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
13.3 (Livello AA) Non presente
13.5 (Livello AAA) Non presente
13.7 (Livello AAA) Non presente

Criterio di successo 2.4.6

2.4.6. Intestazioni ed etichette: Utilizzare intestazioni ed etichette per descrivere argomenti o finalità. (Livello AA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

Si tratta di un criterio di successo non mappato all’interno delle WCAG 1.0.

Criterio di successo 2.4.7

2.4.7. Focus visibile:Qualsiasi interfaccia utente operabile tramite tastiera ha una funzionalità operativa in cui è visibile l’indicatore del focus. (Livello AA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
3.3 (Livello AA) 11

Si tratta di un criterio di successo non mappato direttamente all’interno delle WCAG 1.0.

Criterio di successo 2.4.8

2.4.8. Posizione:Rendere disponibili informazioni sulla posizione dell’utente all’interno di un insieme di pagine Web. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
13.9 (Livello AAA) Non disponibile

Si tratta di un criterio di successo non mappato direttamente all’interno delle WCAG 1.0.

Criterio di successo 2.4.9

2.4.9. Scopo del collegamento (solo collegamento): Rendere disponibile una funzionalità per comprendere lo scopo dei collegamenti basandosi sul solo testo del collegamento, salvo il caso in cui lo scopo del collegamento potrebbe risultare ambiguo per la gran parte degli utenti. (Livello AAA)

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
13.1 (Livello AA) 19

Criterio di successo 2.4.10

2.4.10. Intestazioni di sezione: Le intestazioni di sezione sono utilizzate per organizzare il contenuto. (Livello AAA)

Nota 1: "Intestazione" è usato nel suo senso generale ed include titoli ed altre modalità di aggiungere intestazioni per diverse tipologie di contenuto.

Nota 2: Questo criterio di successo comprende le sezioni all’interno dell’area di scrittura, non i componenti dell’interfaccia utente. I componenti dell’interfaccia utente sono competenza del criterio di successo 4.1.2.

Riferimenti WCAG 1.0 e requisiti legge 4/2004

WCAG 1.0 Requisiti All. A DM 8 luglio 2005
3.5 (Livello AA) 1
12.3 (Livello AA) Non presente
13.4 (Livello AA) Non presente

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Condividi:

Informazioni sull'autore

Roberto Scano
Roberto Scano
  • Seguilo su

Roberto Scano si occupa di accessibilità dall'inizio del millennio. Ha collaborato allo sviluppo delle WCAG 2.0, delle ATAG 2.0 nonché della normativa italiana in materia di accessibilità. Autore di tre libri in materia, è consulente e formatore nell'ambito della tematica della qualità dei servizi delle P.A. e delle aziende.

Commenti

Nessun commento

    Rispondi

    Link e informazioni