Overlay per l’accessibilità: l’UE prende posizione sulla inutilità di tali strumenti.

Da molto tempo si parla dei cosiddetti “overlay per l’accessibilità”, ossia quegli strumenti generalmente basati su Javascript, che una volta installati su un sito internet pretendono di individuare e correggere gli errori di accessibilità.

Ne abbiamo parlato in dettaglio in passato su questo sito, ne ha parlato anche la stessa Agenzia per l’Italia Digitale con un articolo su Medium, e chiaramente se ne è parlato in numerosi articoli a livello internazionale facilmente reperibili sulla rete.

L’opinione diffusa tra gli esperti in tema di accessibilità è che tali strumenti siano generalmente poco utili, spesso anche dannosi e comunque contrari ai principi cardini dell’accessibilità ICT, ossia la necessità di considerare l’accessibilità come caratteristica “by default” e “by design”.

Ora anche l’Unione Europea con un contenuto pubblicato all’interno delle “Europa Web Guide”, affronta il tema prendendo una posizione molto chiara e rigorosa su questo tema.

In sostanza di si afferma che nessuno strumento automatizzato può coprire tutti i criteri WCAG 2.1 e nella maggior parte dei casi un overlay ha la possibilità di individuare al massimo un 20-30% delle problematiche; purtroppo in alcuni casi peggiorano drasticamente gli applicativi su cui sono installati perché vanno a modificare i comportamenti standard dei dispositivi e delle tecnologie assistive utilizzati dagli utenti.

Come esperti di accessibilità non possiamo che confermare ogni singola parola di quanto pubblicato dall’UE, richiamando l’attenzione di colleghi e organizzazioni coinvolte nei processi di accessibilità, nello sconsigliare l’utilizzo di tali strumenti e, in ogni caso, di valutare attentamente ogni possibile rischio.

Condividi:

Fabrizio Caccavello

Web Accessibility Expert - User Experience Designer. Mi impegno nello studio della semplificazione dei layout come valore aggiunto e imprescindibile nello sviluppo di progetti accessibili e conformi agli standard. Mi occupo di Responsive Web Design, tecnica di progettazione per il web multipiattaforma e multi device. Consulente Super Senior in Accessibilità in Agenzia per l'Italia Digitale Membro della commissione e-Accessibility di UNINFO e coordinatore del gruppo di lavoro "Traduzioni e adozioni" Membro del Consiglio direttivo di IWA-Italy