Uso di Jaws con un display Braille

Articolo di Nicola Ferrando

Le opzioni Braille di Jaws sono suddivise in due gruppi: opzioni base e opzioni avanzate. Le opzioni base si trovano nel menu contestuale di Jaws, che si apre premendo Insert+J, nel sottomenu Opzioni, voce Braille. Le opzioni avanzate, invece, si trovano nel Programma di configurazione, menu Imposta opzioni, voce Opzioni Braille.

Vedremo anche come modificare le opzioni Braille al volo tramite la finestra di dialogo Regola opzioni Braille, come conoscere la funzione dei tasti del display e come modificare le combinazioni di tasti del display Braille.

Opzioni base per il Braille.

Quando entriamo nella finestra di dialogo Opzioni base per il Braille, la sintesi vocale ci dice anzitutto qual è la barra braille attiva. Se, all’avvio di Jaws, la barra braille non è collegata al PC o non è accesa, Jaws parte ugualmente con il solo supporto della sintesi vocale. Se è stata attivata la casella di controllo Mostra errore di caricamento del Braille presente in questa finestra di dialogo, Jaws ci avverte che non è stato possibile inizializzare il driver Braille.

Il primo elemento della finestra di dialogo Opzioni base per il Braille è la casella combinata Barra Braille predefinita, che ci permette di selezionare il display braille predefinito, ammesso che ne abbiamo più d’uno. È possibile installare tutti i display braille che desideriamo, ma ovviamente Jaws sarà in grado di usarne solo uno alla volta.

Il secondo elemento della finestra di dialogo Opzioni base per il Braille è il pulsante Modifica impostazioni, che ci consente di cambiare i parametri di collegamento della riga Braille, in particolare la porta (seriale, parallela o USB) alla quale è collegato il nostro display.

Il terzo elemento della finestra di dialogo Opzioni base per il Braille è la casella di controllo Mostra errore di caricamento del Braille, alla quale abbiamo già fatto cenno.

Il quarto elemento della finestra di dialogo Opzioni base per il Braille è la casella combinata per la selezione della tabella Braille. Si tratta di un file contenente l’indicazione dei punti della riga Braille che vengono utilizzati per rappresentare le lettere e i simboli. Jaws contiene diverse tabelle. Fino alla versione 5.10 si consiglia l’uso della tabella IBM437. Questa scelta è ottimale anche se si usa Jaws 6.10 su un sistema operativo Windows 98 o ME. Se, invece, usate Jaws 6.10 su un sistema operativo Windows NT, 2000 o XP, si consiglia l’uso della tabella Euro_unicode.

Le tabelle Braille sono files di testo con estensione.jbt, collocati nella cartella del programma Jaws, che possono essere modificati con un programma per il trattamento dei testi come Blocco note. La struttura di questi files è molto semplice: ogni riga contiene il carattere da rappresentare, il segno di uguale e l’indicazione numerica dei punti da sollevare per rappresentare il simbolo.

Se usate Jaws 6.10 su un sistema operativo Windows NT, 2000 o XP, potete rappresentare in Braille anche i caratteri della codifica Unicode. Per farlo, al posto del carattere bisogna inserire la stringa U+NNN, dove NNN è il codice Unicode del carattere. La tabella Euro_unicode contiene già molti caratteri Unicode, ma se trovate che per un particolare simbolo la riga Braille non mostra nessuna rappresentazione, potete aggiungerlo.

Per conoscere il simbolo che non viene rappresentato, è sufficiente portare il cursore PC o il cursore Jaws sopra al simbolo, quindi premere il tasto 5 del tastierino numerico tre volte rapidamente ed annotare il codice Unicode che viene pronunciato dalla sintesi vocale. Affinché la sintesi pronunci il codice Unicode, è necessario che nel Programma di configurazione, opzioni Grafici e simboli, sia attivata la casella di controllo Leggi valore esadecimale del carattere.

A questo punto non vi resta che aggiungere una nuova riga nel file euro_unicode.jbt contenente il codice Unicode seguito dal segno uguale e dall’indicazione dei punti che lo devono rappresentare sul display Braille.

Il quinto elemento della finestra di dialogo Opzioni base per il Braille è il pulsante Aggiungi Barra Braille, che consente di installare i driver per un nuovo display braille senza dover ricorrere al programma Manutenzione Installazione del menu Avvio\Programmi\JawsXXX\Strumenti.

Il sesto elemento della finestra di dialogo Opzioni base per il Braille è il pulsante Avanzate, che consente di aprire direttamente la finestra di dialogo Opzioni avanzate per il Braille senza dover prima aprire il Programma di configurazione. Parleremo di questa finestra di dialogo tra breve.
Completano la finestra di dialogo Opzioni base per il Braille i consueti pulsanti Ok e Annulla.

Opzioni avanzate per il Braille.

Quando apriamo la finestra di dialogo Opzioni avanzate per il Braille, sia che lofacciamo premendo Invio sul pulsante Avanzate presente nella finestra di dialogo Opzioni base per il Braille, sia che lo facciamo aprendo il Programma di configurazione, entrando nel menu Imposta opzioni e premendo Invio sulla voce Opzioni Braille, il primo elemento che ci si presenta è il pulsante Opzioni avanzate per la barra Braille. Premendo Invio su questo pulsante, si apre una ulteriore finestra di dialogo, che consente di impostare alcune opzioni relative alla posizione delle celle di stato ed alla sensibilità dei punti Braille. Non tutte le righe Braille supportano queste opzioni.

Proseguendo nell’esplorazione della finestra di dialogo Opzioni Braille, incontriamo un gruppo di opzioni che si riferiscono al Braille di grado 2. Si tratta di un Braille compresso, una sorta di stenografia utilizzata dagli inglesi e dagli americani. Queste opzioni non ci interessano, dunque lasciamo disattivata la casella di controllo Attiva traduttore e saltiamo le altre caselle di controllo che si riferiscono al grado 2.

Proseguendo con il Tab incontriamo il pulsante Opzioni per gli attributi Braille. Premendo Invio su questo pulsante, si apre una finestra di dialogo che ci permette di scegliere quali attributi del testo devono essere rappresentati sul display Braille con i punti 7 e 8 alzati. Normalmente sarà attivo solo l’attributo evidenziato, ma in Internet Explorer ed in altri programmi che utilizzano un’interfaccia web potrebbe essere utile rappresentare con i punti 7 e 8 il testo sottolineato, dato che solitamente i link sono rappresentati proprio da un testo sottolineato.

Continuando l’esplorazione della finestra di dialogo Opzioni Braille incontriamo la casella combinata Passaggio attributi. Per comprendere questa casella, dobbiamo parlare delle quattro modalità Braille di Jaws: strutturata, in linea, emulazione sintesi e attributi. Delle prime tre parleremo diffusamente tra poco. La modalità attributi consente di vedere sul display Braille una rappresentazione degli attributi del testo. Gli attributi sono rappresentati da lettere: n per normale, u per sottolineato, h per evidenziato, ecc. Se un carattere possiede più attributi, ad es. grassetto e sottolineato, le lettere che li rappresentano si alterneranno sul display Braille.

La casella combinata Passaggio attributi indica ogni quanti millisecondi deveavvenire tale passaggio da una lettera all’altra. Segue la casella combinata Modalità Braille, che consente di selezionare la modalità Braille predefinita. Le scelte possibili sono:

  • In linea: il testo presente a schermo viene mostrato esattamente così come appare, consentendo di rendersi conto di come sono disposte le varie scritte nello spazio.
  • Strutturata: sul display braille compaiono informazioni che indicano la struttura degli oggetti, ad es. il titolo della finestra di dialogo, il titolo della sottopagina, il nome del gruppo di opzioni e l’opzione su cui si trova il cursore.
  • Emulazione sintesi: il display Braille mostra esattamente le frasi pronunciate dalla sintesi vocale.

La scelta tra modalità In linea e Strutturata dipende dalle esigenze personali. Solitamente ai principianti si consiglia di usare la modalità strutturata, in quanto evita di confondere scritte adiacenti che appartengono ad oggetti diversi.

Di solito il display Braille consente di passare rapidamente da una modalità all’altra premendo un apposito tasto. Per scoprire quale tasto dovete premere, leggete la sezione Come conoscere la funzione dei pulsanti del display Braille.

Riprendendo l’esplorazione della finestra di dialogo Opzioni Braille, se stiamo usando Jaws 5.0 o versione successiva, troviamo il pulsante Definisci modalità strutturata. Premendo Invio su questo pulsante, si apre una finestra di dialogo nella quale potete specificare le abbreviazioni da usare per descrivere i vari elementi, ad es. lv per visualizzazione ad elenco, btn per pulsante, ecc.

Successivamente, se stiamo usando Jaws 6.10, incontriamo il pulsante Messaggi flash. Si tratta della principale novità di questa versione per quanto riguarda i display Braille. Tutti i messaggi informativi detti dalla sintesi vocale, ad es. “testo selezionato copiato negli appunti”, vengono mostrati sul display Braille per qualche secondo (l’impostazione predefinita è 5). Ciò consente di utilizzare Jaws anche senza sintesi vocale, avendo comunque le stesse informazioni che si avrebbero con il supporto vocale.

La finestra di dialogo Messaggi flash contiene anzitutto una casella combinata per definire per quanti millisecondi i messaggi devono rimanere sul display Braille prima di tornare a visualizzare il testo normalmente visibile sul display. Se il messaggio flash è troppo lungo per essere contenuto nel display o se serve più tempo per leggerlo, è sufficiente premere un tasto del display per trattenere il messaggio flash più a lungo. Se, invece, si vuole far sparire il messaggio flash prima del tempo, basta premere un tasto di cursor routing. La casella di controllo Attiva messaggi flash consente di disattivare questa caratteristica se non è gradita.

La casella di controllo Attiva prefissi messaggio è utile se si utilizza un display Braille privo di celle di stato. Se il display Braille ha delle celle di stato, queste mostreranno sempre una abbreviazione formata da 2 o 3 caratteri che identificano il tipo di messaggio flash, ad es. jm per messaggio di Jaws. Se il display non è dotato di celle di stato, attivando questa casella di controllo queste abbreviazioni verranno mostrate sui primi caratteri della riga Braille.

È possibile scegliere il livello di prolissità dei messaggi flash, che può anche essere diverso dal livello di prolissità impostato per la sintesi vocale nelle opzioni di prolissità del Programma di configurazione.

I tre pulsanti Preferenze per principiante, Preferenze per intermedio e Preferenze per avanzato, analogamente a quanto accade per i messaggi letti dalla sintesi vocale, consentono di definire quali messaggi devono essere mostrati sulla riga Braille. Tornando alla finestra Opzioni Braille ci imbattiamo in una serie di caselle combinate che definiscono il comportamento della riga Braille quando si preme i tasto di scorrimento del display verso destra o verso sinistra e quando ci si sposta con il cursore. In particolare è possibile selezionare lo scorrimento automatico, che lascia decidere a Jaws come comportarsi a seconda delle situazioni, oppure lo scorrimento fisso, impostando il numero di celle di cui si dovrà spostare il display.

Tipicamente un display da 40 caratteri si dovrà spostare di 40 caratteri, ma volendo che la nuova riga inizi mostrando gli ultimi due caratteri della riga precedente, sarà sufficiente impostare un incremento fisso a 38 celle. Per una spiegazione dettagliata delle diverse modalità di scorrimento disponibili, consiglio di consultare la guida in linea di Jaws, anche perché queste opzioni differiscono nelle varie versioni e una trattazione esaustiva richiederebbe molte pagine. Nella guida in linea di Jaws trovate l’argomento Introduzione a Jaws ed al Braille, seguito da una serie di argomenti correlati.

Un’altra novità di Jaws 6.10 è la modalità di lettura automatica. Attivandola, il display Braille scorrerà automaticamente in avanti ogni tot millisecondi. In questo modo si può leggere il testo senza dover staccare le mani dal display per andare a premere il tasto di avanzamento della riga.
Per attivare la modalità di lettura automatica, è sufficiente premere l’apposito tasto del display Braille. Purtroppo solo i display prodotti dalla Freedom Scientific (Focus e Pac-Mate Portable Braille Display) sono già configurati, mentre se usate una riga Braille diversa, dovrete4 aggiungere manualmente le combinazioni di tasti per gestire questa modalità di lettura. Per informazioni su come aggiungere o modificare combinazioni di tasti del display Braille, leggete la sezione Aggiungere e modificare le combinazioni di tasti del display Braille.

Per avanzare o tornare indietro di 40 caratteri, potete premere i relativi tasti di scorrimento. La pressione di qualsiasi altro tasto interrompe la lettura automatica.
Durante la lettura è possibile aumentare e diminuire la velocità di scorrimento del display premendo gli appositi tasti della riga configurati per questo scopo.
Nella finestra di dialogo Opzioni Braille è possibile impostare ogni quanti millisecondi il display deve avanzare automaticamente quando è attiva la modalità lettura automatica.

Dopo le caselle combinate relative allo scorrimento del display, troviamo due caselle di controllo che si riferiscono all’agganciamento tra riga Braille e cursore. I nomi di queste caselle di controllo variano a seconda della versione di Jaws utilizzata.

La prima si riferisce al fatto che, quando si sposta il cursore, il display Braille lo segue.

La seconda, invece, consente di agganciare il cursore al display Braille. In questo modo, quando si premono i tasti per spostare il display verso destra o verso sinistra, il cursore attivo (cursore PC o cursore Jaws) viene spostato assieme alla riga e posizionato solitamente sul primo carattere del display. In questa modalità non è possibile spostare il display Braille nelle zone in cui non può spostarsi il cursore, nemmeno se è attiva la modalità In linea.

Proseguendo l’analisi della finestra di dialogo Opzioni Braille, potreste incontrare la casella di controllo Attiva rilevamento automatico del Braille, che consente a Jaws di rilevare automaticamente la presenza del display Braille. È utile se abbiamo installato più dispositivi Braille, perché dovrebbe consentire a Jaws di rilevare automaticamente quello collegato al PC.

La casella di controllo Otto punti Braille consente di disattivare i punti 7 e 8 del display. Notare che, se si disattiva questa casella di controllo,non viene utilizzato il Braille tradizionale a 6 punti, quindi si perdono delle informazioni, come ad es. le lettere maiuscole e gli attributi del testo. La casella di controllo Modalità stand by consente di disattivare il display Braille per una specifica applicazione, ad es. per quei programmi che gestiscono direttamente il display. Ciò potrebbe avvenire con i programmi di gestione dello scanner o con altri programmi assistivi in grado di gestire direttamente la riga Braille.

In Jaws 6.10 incontriamo la casella di controllo A capo automatico: attivandola, le parole che non stanno per intero all’interno del display Braille vengono virtualmente mandate a capo, cioè mostrate solo quando si preme il tasto di avanzamento verso destra del display.

Il pulsante Campioni dei punti Braille apre una finestra di dialogo, che consente di definire come devono essere rappresentati gli attributi del testo, quando si attiva la modalità attributi. Dopo aver selezionato un attributo nella casella combinata Tipi, premendo Tab si raggiunge un campo editazione nel quale troviamo i punti che vengono alzati per indicare che il testo che si trova in una determinata cella del display ha quell’attributo. Per marcare gli attributi vengono usate per lo più le iniziali dei termini inglesi (b per bolded=grassetto, h per highlighted=evidenziato, ecc.). Volendo, si potrebbero italianizzare, usando le iniziali delle corrispondenti parole italiane.

Tornando alla finestra di dialogo Opzioni Braille, troviamo il pulsante Impostazioni cursore. Anche questo pulsante apre una finestra di dialogo, simile a quella che abbiamo appena esaminato, nella quale potremo decidere come devono essere rappresentati i vari cursori di Jaws sul display Braille. Dopo aver selezionato nella casella combinata Tipi un attributo, premendo Tab si raggiunge un campo editazione nel quale troviamo i punti che vengono alzati per rappresentare il cursore. L’indicazione 78 significa che vengono alzati i punti 7 e 8. Se volessimo alzare tutti gli 8 punti, dovremmo scrivere 12345678. è anche possibile decidere se il cursore deve lampeggiare, cioè se i punti si devono alzare ed abbassare, oppure se i punti che indicano il cursore devono rimanere sempre alzati. Se scegliamo l’opzione sempre giù, il cursore non verrà mostrato sul display Braille. Infine, si può impostare la velocità del lampeggìo in millisecondi.

Modifica delle opzioni Braille al volo.

Concludiamo questa carrellata sulle opzioni Braille descrivendo la finestra Regola opzioni Braille, che può essere richiamata in qualsiasi momento premendo Insert+Ctrl+B. Al pari della finestra di dialogo Regola prolissità di Jaws, questa finestra di dialogo consente di modificare rapidamente e temporaneamente alcune opzioni Braille, quali la modalità, l’agganciamento del cursore, gli attributi da rappresentare con i punti 7 e 8, ecc. Personalmente preferisco modificare al volo queste opzioni usando i corrispondenti tasti del display Braille, ma se per un particolare display non è stato definito un pulsante per la modifica di una determinata opzione, si può ricorrere alla finestra di dialogo Regola opzioni Braille.

Come conoscere la funzione dei pulsanti del display Braille.

I displays Braille sono dotati di diversi pulsanti, che consentono di svolgere varie funzioni. Alcuni pulsanti servono per scorrere il display Braille nelle varie direzioni, altri servono per svolgere compiti particolari, ad es. cambiare modalità di visualizzazione, disattivare l’agganciamento del display al cursore, ecc. Alcuni display hanno anche ulteriori pulsanti, che possono essere associati a comandi del computer, ad es. per aprire il menu Avvio. Infine, quasi tutti i display Braille sono provvisti di una o due file di tasti detti cursor routing. Questi tasti, posti sopra alle celle Braille, consentono di simulare il click sinistro del mouse, il che normalmente provoca lo spostamento del cursore sulla cella corrispondente al tasto di cursor routing premuto.
Per scoprire la funzione dei tasti del vostro display, potete consultare la sezione della guida in linea di Jaws relativa alla vostra riga Braille, oppure usare l’aiuto tastiera di Jaws. Premete Insert+1 per attivare l’aiuto tastiera, quindi iniziate a premere i tasti della riga, ascoltando cosa vi dice la sintesi vocale. Questa funzione può essere usata anche per scoprire la funzione dei tasti della tastiera del PC. Per disattivare l’aiuto tastiera e tornare ad utilizzare il computer normalmente, premere nuovamente Insert+1

Aggiungere e modificare le combinazioni di tasti del display Braille.

Se volete associare una funzione di Jaws ad un tasto (o combinazione di tasti) del display Braille, procedete come segue:

1. aprite il programma tastiera premendo Insert+8 oppure usando la funzione Lancia Jaws manager (Insert+F2).
2. selezionate la voce Default usando le frecce o premendo ripetutamente la lettera d.
3. premete tab per passare all’elenco degli script di Jaws.
4. usando le frecce selezionate lo script al quale volete associare il tasto caldo. Ad esempio, se volete definire un tasto caldo per avviare la funzione di lettura automatica, cercate lo script BrailleAutoADvance. Premendo Ctrl+D, potete leggere alcune informazioni su questo script, purtroppo in inglese.
5. premete Ctrl+A per aggiungere una combinazione di tasti a questo script.
6. premete il tasto o la combinazione di tasti del display che volete usare. Sul display apparirà il nome del tasto premuto, che potrebbe essere F15 o Braille Keypad4. Non preoccupatevi di questo nome, basta che vi ricordiate quale tasto avete premuto. Se il tasto che avete premuto è già associato ad uno script, vi verrà chiesto di confermare la sostituzione.
7. premete Alt+F4 per chiudere il programma tastiera.

La modifica è immediatamente valida, quindi potete iniziare subito ad usare la nuova combinazione di tasti che avete definito.

Se volete definire un tasto caldo per aumentare e diminuire la velocità di scorrimento automatico del display quando usate la funzione di lettura automatica, dovete associare una combinazione di tasti rispettivamente agli script IncreaseBrailleAutoAdvanceSpeed e DecreaseBrailleAutoAdvanceSpeed.

Tramite il Programma tastiera potete anche cambiare una combinazione di tasti.

 

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

  • Jaws: come personalizzarlo – Parte 7Jaws: come personalizzarlo – Parte 7 Articolo di Nunziante Esposito Continuiamo il discorso per la personalizzazione di Jaws al fine di renderlo il piu' possibile aderente alle nostre esigenze. Siccome, […]
  • Jaws: come personalizzarlo – Parte 3Jaws: come personalizzarlo – Parte 3 Articolo di Nunziante Esposito Continuiamo il discorso sulle impostazioni di configurazione di Jaws, utilizzando il programma di configurazione che lo screen-reader […]
  • Jaws: come personalizzarlo – Parte 4Jaws: come personalizzarlo – Parte 4 Articolo di Nunziante Esposito Continuiamo il discorso sulle impostazioni di configurazione di Jaws, utilizzando il programma di configurazione che lo screen-reader […]
  • Jaws: come personalizzarlo – Parte 5Jaws: come personalizzarlo – Parte 5 Articolo di Nunziante Esposito Continuiamo il discorso sulle impostazioni di configurazione di Jaws, utilizzando il programma di configurazione che lo screen-reader […]
  • Jaws: combinazioni di tastiJaws: combinazioni di tasti Articolo di Nicola Ferrando Quando vogliamo sapere a cosa serve una combinazione di tasti, dobbiamo ricorrere all'aiuto tastiera di Jaws. Premiamo Insert+1 della […]
Condividi:

Informazioni sull'autore

Roberto Castaldo
Roberto Castaldo
Sono nato e vivo a Napoli, ed opero professionalmente nel mondo dell'informatica da più di vent'anni. In realtà l'informatica, insieme alla musica e ad altre poche cose, è stato da sempre un mio chiodo fisso, e la buona sorte mi ha aiutato a trasformarlo in un mestiere. Sin dalle mie primissime esperienze lavorative - insegnavo dattilografia ed i primi rudimenti di informatica in una scuola privata - mi sono trovato a mio agio nel settore della formazione e della divulgazione, certamente aiutato dai miei studi classici. Nel 1987 ho iniziato la mia attività come insegnante d'informatica in un Istituto Professionale Statale - per circa due anni sono stato il più giovane insegnante di ruolo d'Italia. Ho avuto svariate esperienze anche nel settore privato come sviluppatore (TPascal - lo ricordate? - VB, ASP e, più di recente VB.NET ed ASP.NET), ma soprattutto come docente e come divulgatore. Ho effettuato attività di formazione presso le più grandi realtà imprenditoriali italiane (IBM, Omnitel, Telecom Italia, TIM, Unicredito, Ekip, BNL, SSGRR), ma anche all'estero in qualità di docente e/o progettista di percorsi formativi; gli argomenti spaziano dal mondo Office fino al multimedia ed alla programmazione avanzata ASP ed ASP.NET. Ho collaborato con l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, ho redatto articoli/tutorial per un'importante rivista informatica (Win98 Magazine), ed ho partecipato allo sviluppo di CD-Rom Multimediali (IBM, Selfin, BNL) curando personalmente la registrazione dei commenti audio ed il montaggio delle musiche (CoolEdit), l'eventuale connessione a database remoti, l'assemblaggio degli elementi testuali, grafici e multimediali (Director 8) fino alla creazione del master definitivo. Negli anni 1998-2000 ho collaborato con la Gazzetta dello Sport Online curando, in occasione dei più importanti avvenimenti sportivi (Mondiali ed Europei di calcio, Giro d'Italia, Campionato di Serie A) le pagine contenenti la traduzione in inglese e francese degli articoli in italiano. Il mio compito consisteva nell'inviare ai miei traduttori la cronaca in italiano, riceverne la traduzione, creare le pagine inglesi e francesi del sito www.gazzetta.it e pubblicarle sul server, il tutto entro 90 minuti dalla fine dell'evento. Nel frattempo, mi avvicinavo in maniera sempre più approfondita alle problematiche legate all'accessibilità di siti web, progettando percorsi di formazione ad hoc, ed aderendo entusiasticamente al progetto webaccessibile.org. Sono stato per diversi mesi membro del XML Protocol Working Group del W3C, ed attualmente partecipo ai lavoro del WAI Web Content Accessibility Guidelines (WCAG) Working Group e del E&O Education ad Outreach Working Group.

Commenti

Nessun commento

    Rispondi

    Link e informazioni