Contrast Analyser – Versione 2.0

ATTENZIONE: in data 18 dicembre 2008, è stato rilasciato il Contrast Analyser 2.2 in italiano, disponibile su Webaccessibile


In questa pagina:

Cos’è il Contrast Analyser?

E’ uno strumento (disponibile per Windows e per Mac) per il controllo delle combinazioni di colori di primo piano e sfondo, allo scopo di determinare se essi garantiscono una buona visibilità. Inoltre contiene funzionalità per la simulazione di alcuni condizioni visive, come il daltonismo.

La determinazione della  “visibilità del colore” si basa sugli algoritmi: differenza di colore e Contrast Ratio (rapporto di contrasto), entrambi suggeriti dal World Wide Web Consortium (W3C):

Nota: è importante ricordare che il rapporto di contrasto non è ancora una raccomandazione del W3C; si tratta infatti di un suggerimento da parte del gruppo di lavoro WCAG del progetto WAI, in vista del rilascio delle WCAG 2.0, per per riuscire a stabilire se il contrasto tra due colori possa essere leggibile – o meno – da parte di persone con percezione alterata dei colori o altre disabilità visive.

Il rapporto di contrasto

Misura la luminanza relativa di ciascuna lettera (purchè siano tutte uniformi) per mezzo della formula:

  • L = 0.2126 * R + 0.7152 * G + 0.0722 * B dove R, G e B sono definite come segue:
    • se RsRGB <= 0.03928 allora R = RsRGB/12.92 altrimenti R = ((RsRGB+0.055)/1.055) ^ 2.4
    • se GsRGB <= 0.03928 allora G = GsRGB/12.92 altrimenti G = ((GsRGB+0.055)/1.055) ^ 2.4
    • se BsRGB <= 0.03928 allora B = BsRGB/12.92 altrimenti B = ((BsRGB+0.055)/1.055) ^ 2.4
    • ed RsRGB, GsRGB, e BsRGB sono definiti così:
    • RsRGB = R8bit/255
    • GsRGB = G8bit/255
    • BsRGB = B8bit/255

Il carattere ”^” è l’operatore di elevamento a potenza.

Nota: per le lettere visualizzate con l’alias, si deve usare il valore di luminanza relativa partendo da due pixel dal bordo della lettera.

Torna all’inizio


A cosa serve

Il Contrast Analyser ( CA) è utile come supporto nel determinare – in particolare – la leggibilità del testo su una pagina web e la leggibilità del testo contenuto nelle immagini.

Valutare la conformità con la linea guida: Rendere semplice per le persone con disabilità la visualizzazione e l’ascolto del contenuto, prevedendo la separazione dello sfondo dal primo piano. WCAG 2 (bozza del maggio 2007).

Linea guida 1.4.2: Contrasto (Minimo)- WCAG 2 (bozza del maggio 2007) Il testo (e le immagini contenenti testo) hanno un rapporto minimo di contrasto di luminosità pari a 5:1, a meno che il testo non sia puramente decorativo. Il testo più grande o le immagini contenenti testo possono avere un rapporto pari a 3:1 (Livello AA)

Linea guida 1.4.4: Contrasto (Esteso) – WCAG 2 (bozza del maggio 2007) Il testo (e le immagini contenenti testo) hanno un rapporto minimo di contrasto di luminosità pari a 7:1, a meno che il testo non sia puramente decorativo. Il testo più grande o le immagini contenenti testo possono avere un rapporto pari a 5:1 (Livello AAA)

Torna all’inizio


Usare il CA

La documentazione definitiva è in fase di completamento, ma essenzialmente l’uso del CA non è dissimile da quello del  Contrast Color Analyser

Le principali differenze sono:

  • L’implementazione anche del nuovo algoritmo sul contrasto, pur essendo sempre possibile utilizzare quello più datato
  • L’interfaccia che ora prevede le opzioni per visualizzare o nascondere le barre dei colori ed i risultati completi.
  • Il campionatore dei colori può essere modificato da un pixel fino ad 8 pixel.

Condizioni:

Il Contrast Analyser 2.0 e Freeware.

Utilizzando il Contrast Analyser 2.0, tu riconosci di aver letto, compreso ed approvato i vincoli contenuti in questa sezione.

Si può utilizzare il software Contrast Analyser 2.0 (“software”)  per utilizzo personale o commerciale per contribuire a determinare l’accessibilità dei contenuti Web.

QUESTO SOFTWARE VIENE FORNITO “COSI’ COM’E'”, SENZA ALCUNA GARANZIA ESPLICITA O IMPLICITA. IN PARTICOLARE VISION AUSTRALIA E WEBACCESSIBILE.ORG NON FORNISCONO GARANZIA DI NESSUN TIPO SULLA AFFIDABILITA’, QUALITA’, O COMMERCIABILITA’ DI QUESTO SOFTWARE O SUL SUO UTILIZZO PER QUALSIVOGLIA SCOPO. INOLTRE, WAT-C E WEBACCESSIBILE.ORG NON GARANTISCONO CHE L’USO DI QUESTO SOFTWARE SIA IN GRADO DI ASSICURARE L’ACCESSIBILITA’ DEI TUOI CONTENUTI WEB O CHE I TUOI CONTENUTI WEB RISULTINO CONFORMI A QUALSIASI STANDARD SULL’ACCESSIBILITA’ DEL WEB.

Tutti i commenti sono benvenuti! Contattateci riguardo qualsiasi funzionalità che non funzioni o anche per suggerimenti di future migliorie, scrivendo a sfaulkner@paciellogroup.com o a rcastaldo@webaccessibile.org

Questo lavoro è concesso in licenza Creative Commons License Licenza d'uso Creative Commons.

Download ed istruzioni per l’installazione

Requisiti di sistema 

  • Testato su Windows 2000, XP, Vista e Mac OS X 10.4.6 e successivi.

Download

Istruzioni per l’installazione

Scarica, scompatta l’intero contenuto (tre files) del file CCA in una cartella in qualunque posizione del tuo disco rigido. Utilizza l’applicazione attivando il file ContrastAnalyser2.exe.


Informazioni

WAT-C web accessibility tools consortium.The Paciello Group - home page

Il Contrast Analyser 2.0 è stato sviluppato da JUn di Web Accessibility Tools Consortium (wat-c) in collaborazione con Steve Faulkner di TPG (Europe) e wat-c.

Per darci i tuoi commenti sul Contrast Analyser 2.0

Steve Faulkner [sfaulkner@paciellogroup.com]
Roberto Castaldo [rcastaldo@webaccessibile.org]

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

  • Contrast Analyser – Versione 2.2

    Contrast Analyser – Versione 2.2

    E' appena stata rilasciata la versione 2.2 del Contrast Analyser, che adesso è pronta per essere utilizzata con le WCAG 2.0 Sono state aggiornate sia la versione per Windows che q...
  • Colour Contrast Analyser 1.0 – Versione italiana

    Colour Contrast Analyser 1.0 – Versione italiana

    Colour Contrast Analyser 1.0 - Versione italiana NOTA: è stata rilasciata una versione successiva del Colour Contrast Analyser, la 1.1. , Su questa pagina: ...
  • Colour Contrast Analyser 1.1 – Versione italiana

    Colour Contrast Analyser 1.1 – Versione italiana

    In data 20 maggio 2007, è stato rilasciato il Contrast Analyser 2.0 in italiano, disponibile su Webaccessibile  Cos'è? Rapporto di contrasto di l...
  • images

    Web e Televisione? WebTV!

    Spesso quando si parla di accessibilità si limita il problema ad alcune categorie di disabili non comprendendo forse che l'accessibilità è anche un requisito per gli utenti che uti...
  • CSS Colour Contrast Test

    CSS Colour Contrast Test

    Il checkpoint 2.2 delle WCAG 1.0 prevede che il contrasto fra colore principale e sfondo di una pagina sia sufficientemente elevato da non costituire un problema per la fruizione d...
Condividi:

Informazioni sull'autore

Roberto Castaldo
Roberto Castaldo
Sono nato e vivo a Napoli, ed opero professionalmente nel mondo dell'informatica da più di vent'anni. In realtà l'informatica, insieme alla musica e ad altre poche cose, è stato da sempre un mio chiodo fisso, e la buona sorte mi ha aiutato a trasformarlo in un mestiere. Sin dalle mie primissime esperienze lavorative - insegnavo dattilografia ed i primi rudimenti di informatica in una scuola privata - mi sono trovato a mio agio nel settore della formazione e della divulgazione, certamente aiutato dai miei studi classici. Nel 1987 ho iniziato la mia attività come insegnante d'informatica in un Istituto Professionale Statale - per circa due anni sono stato il più giovane insegnante di ruolo d'Italia. Ho avuto svariate esperienze anche nel settore privato come sviluppatore (TPascal - lo ricordate? - VB, ASP e, più di recente VB.NET ed ASP.NET), ma soprattutto come docente e come divulgatore. Ho effettuato attività di formazione presso le più grandi realtà imprenditoriali italiane (IBM, Omnitel, Telecom Italia, TIM, Unicredito, Ekip, BNL, SSGRR), ma anche all'estero in qualità di docente e/o progettista di percorsi formativi; gli argomenti spaziano dal mondo Office fino al multimedia ed alla programmazione avanzata ASP ed ASP.NET. Ho collaborato con l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, ho redatto articoli/tutorial per un'importante rivista informatica (Win98 Magazine), ed ho partecipato allo sviluppo di CD-Rom Multimediali (IBM, Selfin, BNL) curando personalmente la registrazione dei commenti audio ed il montaggio delle musiche (CoolEdit), l'eventuale connessione a database remoti, l'assemblaggio degli elementi testuali, grafici e multimediali (Director 8) fino alla creazione del master definitivo. Negli anni 1998-2000 ho collaborato con la Gazzetta dello Sport Online curando, in occasione dei più importanti avvenimenti sportivi (Mondiali ed Europei di calcio, Giro d'Italia, Campionato di Serie A) le pagine contenenti la traduzione in inglese e francese degli articoli in italiano. Il mio compito consisteva nell'inviare ai miei traduttori la cronaca in italiano, riceverne la traduzione, creare le pagine inglesi e francesi del sito www.gazzetta.it e pubblicarle sul server, il tutto entro 90 minuti dalla fine dell'evento. Nel frattempo, mi avvicinavo in maniera sempre più approfondita alle problematiche legate all'accessibilità di siti web, progettando percorsi di formazione ad hoc, ed aderendo entusiasticamente al progetto webaccessibile.org. Sono stato per diversi mesi membro del XML Protocol Working Group del W3C, ed attualmente partecipo ai lavoro del WAI Web Content Accessibility Guidelines (WCAG) Working Group e del E&O Education ad Outreach Working Group.

Commenti

Nessun commento

    Rispondi

    Link e informazioni